Addio superbolletta del gas sfruttando il Bonus Caldaia: tanti soldi subito e risparmio

Il bonus caldaia 2022 è erogato dall’agenzia delle entrate ed è in vigore fino al 31 dicembre 2022.

Si può ancora utilizzare la modalità della detrazione fiscale ma è importante sottolineare che fino al 30 giugno 2022 si poteva anche avere la cessione del credito oppure lo sconto in fattura.

ANSA

Per avere il bonus per la sostituzione della caldaia bisogna passare da un vecchio impianto ad una nuova moderna caldaia a condensazione di classe A o superiore.

Il bonus sulla caldaia

L’efficienza di questo moderno tipo di caldaia garantirà un vero e forte risparmio alle famiglie e quindi consentirà di tagliare in modo davvero netto le fortissime bollette del gas. Quindi sfruttando questo ricco bonus si avrà subito una moderna caldaia ma soprattutto si avranno bollette molto più basse per tutta questa dura invernata. Infatti gli aumenti del gas previsti per quest’inverno sono veramente tremendi. Bisogna tener presente che per avere la caldaia nuova ci sono addirittura quattro vie diverse. Innanzitutto la caldaia nuova si può ottenere con l’ecobonus che garantisce lo sconto del 65%.

Tante via per averlo

In secondo luogo si può beneficiare del conto termico che garantisce uno sconto del 65%.

Pixabay

Poi si può avere una caldaia nuova con lo sconto del 50% sfruttando il bonus ristrutturazione. In ultimo si può avere la caldaia nuova completamente gratis grazie al superbonus 110%. Ovviamente si tratta di vie molto diverse tra loro che hanno pregi e difetti: la domanda per ottenere il bonus sulla caldaia va presentata online all’ENEA. Nella domanda bisognerà specificare le spese sostenute ma anche le caratteristiche tecniche della caldaia. Una volta che sia stata presentata la domanda all’Enea tutta la documentazione va presentata al commercialista per avere la detrazione sulla dichiarazione dei redditi.

Molto conveniente

Quindi come si è visto la detrazione fiscale oscilla tra il 50 e il 110%, ma va sottolineato che in tutte le possibilità viste lo sconto non riguarda soltanto l’acquisto della caldaia, ma anche le spese della progettazione e anche quelle della manodopera. Anche l’IVA e tutti gli altri oneri riconnessi sono tutti quanti rientranti nel bonus e quindi nella successiva detrazione. Tra tutti questi bonus conviene il bonus al 50%. E’ quello che garantisce lo sgravio minore ma è anche quello più semplice da richiedere dal punto di vista della burocrazia. nel caso del bonus al 50% l’importo massimo dei lavori è di 96 mila euro ma l’importo massimo per la caldaia rimane sempre 30.000€. Il bonus più conveniente è il superbonus 110%, ma in questo caso è necessario che ci siano altri lavori per giustificare lo sconto sulla caldaia.