Conto corrente cointestato: quali operazioni sono vietate e quali fanno partire i controlli, arriva la Finanza

I conti correnti cointestati sono molto amati dalle famiglie italiane proprio perché grazie a questi conti le famiglie risparmiano ed hanno un notevole controllo sulle spese di casa.

Infatti quando una coppia decide di creare un conto cointestato sa bene che facendo così avrà il vantaggio di pagare le spese per un solo conto e non più per due.

ANSA

Questo è un vantaggio enorme perché i costi dei conti correnti sono saliti tantissimo e quindi poter pagare un solo conto corrente invece che due è sicuramente un ottimo vantaggio per le famiglie.

Stangata sui conti correnti cointestati

Ma un altro grande vantaggio è che con il conto cointestato sia le entrate che le uscite sono facilmente visualizzabili e quindi la famiglia capisce in modo molto chiaro quanto sta guadagnando ma anche quanto sta spendendo punto. Tuttavia adesso i conti contestati sono veramente nel mirino del fisco. Cerchiamo di capire perché e quali sono le operazioni vietate. I conti cointestati sono nel mirino del fisco perché proprio con un conto cointestato è molto facile far transitare i soldi da un soggetto ad un altro senza pagare le tasse. Infatti se un soggetto versa i soldi sul conto cointestato ma l’altro li preleva, i soldi saranno transitati dal soggetto A al soggetto B senza pagare neppure un centesimo di tasse.

Cosa fa partire i controlli

Proprio per questo il conto cointestato se può essere qualcosa di assolutamente normale per le famiglie è guardato con grandissimo sospetto dal fisco.

Pixabay

Quindi se i prelievi sono fatti da un soggetto mentre i versamenti sono fatti prevalentemente dall’altro questo potrà sembrare assolutamente normale per una famiglia dove magari il papà lavora mentre la mamma si occupa delle faccende di casa oppure viceversa. Ma al Fisco potrà sembrare anche qualcosa di estremamente sospetto. Proprio per questo sui conti cointestati adesso arrivano i nuovi controlli grazie agli algoritmi dell’Agenzia delle Entrate.

Cosa evitare

Infatti i propri movimenti sui conti cointestati saranno osservati con una particolare minuziosa attenzione. L’Agenzia delle Entrate dovrà trovare un sostanziale equilibrio nella gestione di questi fondi e non riscontrare una gestione disordinata che potrebbe far pensare ad azioni volte a eludere le tasse.