Superbonus 110%: sanzioni e restituzione fino all’ultimo centesimo, la svolta dura che spaventa tutti

Troppe cose stanno cambiando sul superbonus 110%, e chi lo ha richiesto ormai se ne pente.

Cerchiamo di capire che cosa sta succedendo. Innanzitutto per quanto riguarda il superbonus 110%, è fondamentale rendersi conto che esso è ormai nel mirino del governo.

ANSA

Infatti troppe frodi sono emerse sul superbonus 110% e in generale sui bonus casa. Il governo si è reso conto che creare cantieri fantasma o cantieri esistenti ma pesantemente gonfiati è troppo semplice.

I tanti problemi sui bonus casa

Proprio per questo ormai si parla apertamente di far restituire ai beneficiari fino all’ultimo centesimo di quello che hanno percepito.

Pixabay

Vediamo come intende procedere l’Agenzia delle Entrate. Innanzitutto c’è da dire che attualmente sulla cessione del credito c’è un vero e proprio blocco. Infatti l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che le banche saranno considerate responsabili di tutte le truffe delle quali hanno accettato i crediti. Questo concretamente vuol dire che se la banca accetta un credito e poi domani dai pesanti accertamenti del fisco dovesse venire fuori che il cantiere era gonfiato o che era addirittura inesistente, la banca sarà responsabile di tutto quello che è successo.

Restituzione bonus

Chiaramente a queste condizioni le banche non ci stanno più ad accettare i crediti. L’associazione bancaria italiana ha raccomandato esplicitamente alle banche di essere molto prudenti nell’accettare i crediti e infatti ormai la cessione del credito è bloccata. Questo significa che tante famiglie e tante imprese sono attualmente in sospeso perché non sanno come fare con i lavori attualmente in corso. Ma l’Agenzia delle Entrate è davvero durissima per quello che riguarda i bonus già erogati. Infatti su tutti i superbonus già erogati e in generale su tutti i bonus casa che siano stati già pagati l’Agenzia delle Entrate sta mettendo in campo dei controlli veramente penetranti. vediamo come funzionano. Il valore dell’immobile viene confrontato col valore del bonus richiesto.

I nuovi parametri

Inoltre il valore del bonus richiesto viene confrontato anche con la situazione economica del beneficiario. Tutti i vari parametri vengono incrociati tra loro e se questi parametri non dovessero risultare in equilibrio ecco che potranno partire accertamenti anche molto pesanti. Per il beneficiario dunque si profila una vera e propria stangata e tutti i soldi erogati per il bonus possono essere richiesti fino all’ultimo centesimo. Quindi sicuramente il fisco è diventato durissimo nei confronti del bonus e molti di quelli che lo hanno richiesto ora sono o con i cantieri bloccati o col rischio di doverlo restituire.