Bonus 200€: torna a settembre-ottobre-novembre, come riaverlo (anche per figli a carico)

Il bonus 200€ ritorna per la gioia di tanti italiani perchè l’inflazione è davvero forte. Ormai l’inflazione ha superato l’8% e questo significa le famiglie finiscono in forte difficoltà.

Famiglie ed aziende hanno difficoltà ad affrontare le spese di tutti i giorni ma sono soprattutto quelle energetiche a fare paura.

ANSA

Proprio per questo il Governo ha disposto il ritorno dei bonus ed anche nuovi aiuti per i figli.

Il ritorno dei bonus da 200 euro

Fina da quando erano stati proposti i bonus 200€  c’era stata una grande attenzione a questa misura pensata proprio contro il carovita, ma l’erogazione di un solo bonus appariva troppo poco e soprattutto troppi ne erano esclusi. Ma ora con le ultime disposizioni cambia tutto e vediamo le nuove erogazioni di settembre ottobre e novembre. Infatti lavoratori domestici, colf e badanti hanno tempo fino alla fine di settembre per presentare la domanda e lo riceveranno presumibilmente tra ottobre e novembre.

Partite iva e 200 euro figli

Sulle partite iva c’è forte polemica. Innanzitutto il metodo del click day non piace proprio a tutti perchè spesso ha creato caos.

Pixabay

In secondo luogo le coperture non ci sarebbero per tutti, ma su questo il governo ha promesso di stanziare nuovi fondi. Ma soprattutto sono escluse le partite IVA più recenti, cioè quelle che ancora non hanno mai versato i contributi alla cassa di appartenenza. Ma tante polemiche ci sono anche per l’esclusione dal bonus di 200€ delle casalinghe e degli inoccupati, cioè dei soggetti più fragili in assoluto. Ma se su questo fronte lo stato non interviene arrivano però gli aiuti per i figli.

Aiuti per i figli a carico

Per i figli a carico arrivano nuovi forti aiuti proprio perchè sono proprio le famiglie con i figli a carico a subire più pesantemente l’urto della forte inflazione. Gli aiuti alle famiglie con figli sono erogati da regioni e comuni e sono bonus da 200 euro in su pensati per la scuola o per le attività sportive. Infatti quest’anno proprio per attutire la stangata del caro vita le regioni hanno potenziato i bonus scuola per i ragazzi che sono sempre richiedibili in base all’ISEE.