Oltre al bonus trasporti da €60 c’è anche quello dei rimborsi da €1.800, gioia per il dono

Arrivano dei bonus veramente interessanti per le famiglie ed è proprio il caso di richiederli.

Non soltanto arriva il bonus di €60 per i trasporti pubblici, ma c’è anche quello da 1800 euro che può consentire alle famiglie di avere dei rimborsi davvero preziosi.

ANSA

Come sappiamo le famiglie hanno un grande bisogno di aiuti concreti e di bonus per andare avanti. Specialmente da quando è arrivata la forte inflazione le famiglie stanno riscontrando grandi difficoltà.

Due bonus molto importanti

Vediamo come il bonus €60 per i trasporti pubblici possa essere un aiuto prezioso ma come questo altro bonus da 1800 euro possa essere ancora più utile.

Pixabay

Innanzitutto il bonus per i trasporti pubblici è possibile richiederlo sia da parte degli studenti che da parte dei lavoratori. Questo bonus eroga un voucher di 60 euro che il cittadino potrà spendere nei confronti di qualsiasi azienda dei trasporti pubblici. Infatti il bonus da €60 è possibile spenderlo su qualsiasi tipo di trasporto pubblico. Non sono soltanto gli autobus ad essere agevolati da questo particolarissimo bonus ma lo sono anche i tram, le metropolitane e addirittura le ferrovie. Quindi questo bonus per il trasporto pubblico è un bonus che aiuta gli studenti e i lavoratori su qualsiasi fronte relativo ai trasporti.

Un forte risparmio

Una volta ottenuto il voucher relativo a questo aiuto pubblico lo si potrà andare a spendere sulla compagnia dei trasporti pubblici della propria città in modo assolutamente libero. Questo voucher sarà spendibile sia per gli abbonamenti annuali che anche per quelli mensili senza alcuna distinzione. Tuttavia c’è un bonus da 1800 euro che le famiglie possono richiedere a titolo di rimborso su alcune spese che tanti Italiani effettivamente sostengono.

Bonus da 1800 euro

Si tratta di un bonus molto ricco perché il tetto è appunto di 1.800 euro ed è stato già confermato per più anni. Questo bonus va a far ottenere una detrazione IRPEF proprio alle famiglie che sostengano delle spese per quanto riguarda il verde di casa. Il bonus verde da 1.800 euro non è richiedibile soltanto da chi abbia una villetta ma anche da chi abbia un più comune appartamento. Infatti anche le spese per il verde del terrazzo sono agevolabili con questo bonus. Non ha importanza che si pianti una siepe oppure si pianti un albero o si crei un pozzo artesiano: qualsiasi tipo di lavoro sul verde viene appunto agevolato entro i 1800 euro.