Legge 104: ora arrivano soldi e agevolazioni lavoro 2022 e 2023, la guida (novità permessi)

La legge 104 è una misura di sostegno assolutamente preziosa per chi ha delle disabilità.

Infatti è proprio in virtù della legge 104 che si possono avere tanti aiuti e che anche i familiari di chi sia in condizioni di disabilità possono avere tanti generi di ausili diversi.

ANSA

Ma vediamo le novità in merito alla legge 104. Sebbene la legge 104 sia una legge ormai vecchissima la normativa che le ruota attorno viene aggiornata continuamente e quindi è molto importante capire cosa succede nel 2022 ma anche nel 2023.

Importanza di questa legge

Infatti la legge 104 non va a coinvolgere solo il disabile ma giustamente anche chi lo assiste.

Pixabay

Le agevolazioni erogate nel 2022 per la legge 104 sono veramente tantissime. Infatti una prima questione molto importante è quella dei permessi. I permessi dal lavoro possono essere goduti direttamente dal disabile ma possono essere goduti anche dai familiari. Infatti anche anche i familiari che assistono il disabile possono avere tre giorni al mese di permesso dal lavoro. Questi tre giorni di permesso sono rigorosamente retribuiti ma è importante che in quei tre giorni effettivamente si assista il disabile. Questa è una questione veramente fondamentale perché la giustizia si è pronunciata varie volte su questo tema.

Novità giorni di permesso

In questi tre giorni non è sempre necessario stare fisicamente insieme al disabile ma qualsiasi commissione che si faccia deve essere fatta nel suo interesse. Ovviamente se il disabile è un figlio di sotto dei 3 anni i tre giorni di permesso si trasformano e diventano più ricchi e più importanti. Infatti se il figlio disabile ha meno di 3 anni ci sono anche i permessi orari che possono essere molto interessanti e molto utili dal punto di vista concreto. Ma oggi è importante capire che i soldi erogati al lavoratore disabile non vengono dall’INPS ma vengono dal suo datore di lavoro. Infatti i tre giorni di permesso retribuiti, vengono retribuiti direttamente dal datore di lavoro. Sarà poi il datore di lavoro a farsi dare le cifre corrispondenti dall’INPS. Tuttavia adesso per il disabile arrivano anche i €150 del bonus di novembre.

Bonus e novità 2023

Infatti anche i disabili che percepiscono pensioni di invalidità potranno richiedere €150 del bonus di novembre. Ovviamente se parliamo di disabili lavoratori i 150 euro potranno essere chiesti soltanto una volta. Quindi il famoso bonus di €150 concesso dal governo Draghi a novembre può andare ad interessare anche la galassia della disabilità ma ovviamente è importante controllare caso per caso magari rivolgendosi proprio al CAF. Ma per il 2023 sono attese novità importanti e si spera che il prossimo governo possa essere più sensibile alle istanze sociali che sia il presidente dell’INPS Pasquale Tridico che i sindacati hanno manifestato in questi mesi.