Canone RAI addebitato su pensione e dichiarazione dei redditi novembre, che stangata amara

Nel mese di novembre arrivano tanti adempimenti fiscali. Ci sono infatti l’IRPEF e ci sono anche i contributi dell’INPS.

Ma vediamo che cosa sta succedendo relativamente al canone della Rai e perché a novembre viene addebitato sulla pensione.

ANSA

Il canone della RAI fino ad oggi è stato pagato sulla bolletta dell’energia elettrica. Questa innovazione è stata operata dal governo di Matteo Renzi.

Canone RAI in dichiarazione dei redditi e pensione

Prima del governo di Matteo Renzi l’evasione fiscale sul canone della RAI era altissima.

Pixabay

Ma Matteo Renzi ha avuto l’idea di inserire il canone della Rai nella bolletta e di conseguenza l’evasione fiscale è letteralmente crollata. Ma poi l’Unione Europea ha stabilito che il pagamento di una tassa come il canone della RAI (che in definitiva è null’altro che una tassa dello Stato) non può avvenire nell’ambito di un rapporto privatistico come quello col gestore dell’energia elettrica. Proprio per questo il canone della RAI è necessariamente fuori dalla bolletta nel 2023. Questo significa però che bisogna studiare nuove forme per farlo pagare agli italiani.

La novità sulla pensione

Tra l’altro sia fino ad oggi il canone della RAI era di €90 e ci sono anche forti possibilità che possa aumentare anche di parecchio. Infatti è stato proprio l’amministratore delegato del servizio pubblico a chiedere un notevole aumento del canone della RAI, proprio per far fronte alle esigenze del servizio pubblico. Ma vediamo che cosa succede per quello che riguarda le pensioni. Entro entro il 15 novembre i pensionati possono fare richiesta al proprio ente pensionistico per avere la debito del canone RAI proprio sull’assegno. Questo si può fare se si ha un reddito da pensione entro i 18.000€.

Canone RAI e dichiarazione dei redditi

Tra l’altro chi ha più di 75 anni può anche ottenere l’esonero del pagamento del canone RAI. Questo particolare modo di pagare il canone RAI sulla pensione al posto che sulla bolletta è un metodo alternativo per ora ma potrebbe diventare anche la norma nel 2023. Ma veniamo a che cosa succede per la dichiarazione dei redditi. La dichiarazione dei redditi si deve fare entro il 30 novembre ed è una scadenza molto importante. Anche per la dichiarazione dei redditi c’è la possibilità di inserire il canone della RAI. Anche qui vale lo stesso discorso fatto prima. Attualmente si tratta di una libera scelta ma dall’anno prossimo queste potrebbero diventare modalità obbligatorie. Quindi dall’anno prossimo sicuramente cambia tutto per quello che riguarda il canone della RAI e potrebbe arrivare anche un fortissimo aumento.