INPS chiede i soldi indietro e sta tagliando la pensione, leggi subito cedolino “mazzata e ingiustizia”

La questione delle pensioni è sempre molto dura e delicata. Ma a tanti pensionati l’INPS sta richiedendo i soldi indietro e sta addirittura tagliando la pensione.

In alcuni casi al pensionato sul cedolino viene detto che dal mese successivo riceverà di meno mentre in altri casi l’avviso è proprio che dal mese successivo ci sarà una decurtazione della pensione o richiesta soldi indietro.

ANSA

Ma vediamo che cosa sta succedendo e soprattutto perchè.

Soldi indietro e decurtazione assegno: che cosa succede

Questo brutto evento può avvenire per varie ragioni.

Pixabay

Innanzitutto l’INPS sta chiedendo i soldi indietro o sta addirittura minacciando la sospensione dell’assegno pensionistico proprio a chi non abbia dichiarato i redditi del 2018. Infatti l’INPS a tantissimi pensionati ha chiesto proprio una dichiarazione Red relativa all’anno 2018 ma il problema è che l’Inps l’ha richiesta più volte ma tanti pensionati non leggono quello che sta scritto sul cedolino e quindi tantissimi pensionati italiani in realtà sono nella condizione di dover presentare il modello red 2018 e non l’hanno ancora fatto.

Succede a tanti: le vari motivazioni

Il fatto è che molte prestazioni pensionistiche sono proporzionali ai redditi e quindi l’Inps ha il sospetto di star erogando pensioni troppo alte e proprio per questo sta chiedendo il modello red, ma il problema è che tanti pensionati pur avendo ricevuto più volte la richiesta di presentazione del modello RED 2018 ancora non l’hanno presentato. Infatti sia nel caso di integrazione al minimo che nel caso di maggiorazioni sociali la questione dei redditi è veramente fondamentale e quindi l’INPS ha bisogno che sia proprio il pensionato a comunicare la sua situazione reddituale.

Leggere sempre cedolino e comunicazioni reddituali

Quindi oggi in realtà in Italia sono veramente tanti i pensionati che dovrebbero comunicare la situazione reddituale all’INPS ma purtroppo non l’hanno ancora fatto. Proprio per questi pensionati sta arrivando o potrebbe arrivare la comunicazione di una decurtazione dell’assegno o addirittura del dover restituire i soldi indietro. Quindi proprio i CAF sottolineano con forza come anche al di là della questione della campagna Red relativa al 2018 è sempre importante leggere il cedolino perché l’INPS può sempre chiedere delle documentazioni aggiuntive che vanno proprio comunicate a cura del pensionato. Ma il tema delle pensioni oggi è drammatico perchè tanti pensionati non ce la fanno ad arrivare a fine mese e purtroppo la promessa di un aumento delle pensioni minime oggi sembra scomparsa dalle comunicazioni del nuovo governo Meloni.