Riscaldamento autonomo: con questo trucco lo dimezzi ma ora devi osservare le nuove leggi, multa durissima

Il riscaldamento autonomo può consentire di risparmiare veramente tanto rispetto a quello centralizzato ma ci sono le nuove leggi 2022 che vanno rispettate perché altrimenti la stangata può essere pesantissima.

Come sappiamo le bollette sono aumentate del 60% e quindi cinque milioni di famiglie non sono riuscite a pagare queste tremende bollette.

ANSA

Si tratta di una stangata fortissima per le famiglie e di conseguenza il governo sta intervenendo modificando i bonus.

Tanto risparmio ma nuove regole da rispettare

Ma oltre alla modifica dei bonus però arrivano anche nuove regole sul riscaldamento centralizzato perché purtroppo il gas in Italia è poco e se non si procede a seguire le nuove regole potranno arrivare sanzioni anche molto dure.

Pixabay

Anzi per i trasgressori che non rispettano i tempi e le temperature ci sono multe che vanno dai 500 ai €3000. Quindi chi ha il riscaldamento autonomo deve rispettare temperature e anche tempi relativi alla sua fascia climatica. Il riscaldamento è stato ridotto di un’ora al giorno ed è stato accorciato di 15 giorni. Infatti la data di accensione del riscaldamento viene posticipata di otto giorni e la data di fine esercizio viene anticipata di 7 giorni e la temperatura massima in casa deve essere di 19 gradi.

Controlli duri ma puoi risparmiare tanto

Ma ma quando si tratta di risparmio sul riscaldamento autonomo le occasioni di risparmio possono essere tantissime. Innanzitutto per risparmiare è sempre fondamentale avere infissi moderni che non disperdano l’aria calda della casa. Ma poi per risparmiare c’è bisogno anche di altri accorgimenti. Innanzitutto la caldaia va revisionata ogni anno perché una caldaia non ben revisionata spreca tantissimo gas. Ma è anche fondamentale pulire i termosifoni. Infatti se i termosifoni non sono puliti bene anche in questo caso c’è un terribile spreco di gas.

I trucchi per risparmiare

Il problema con i termosifoni e che è difficile arrivare alle parti posteriori o comunque le parti più nascoste ma anche a questo problema si può ovviare con delle fascette adesive oppure soffiando l’aria nel termosifone con l’asciugacapelli per far volare via la polvere. Infatti lo strato di sporco impedisce al termosifone di irraggiare l’aria calda. Ma proprio quando si ha il riscaldamento autonomo si può scegliere quando tenerlo acceso quando no. Quindi la notte lo si può tenere spento risparmiando tantissimi soldi e riscaldando semplicemente il letto con una calda termocoperta.