Bolletta novembre meglio di un bonus: crolla, ecco di quanto, bella storia

La bolletta di novembre rivela una sorpresa inaspettata per tutti gli italiani , meglio di un bonus.

Nei mesi passati era stata annunciata la stangata in bolletta, l’ennesima che aveva fatto sprofondare le famiglie italiane in una disperazione senza fine. La bolletta di novembre però rivela una sorpresa inaspettata, meglio di un bonus.

Bolletta novembre: cosa c’è da spettarsi / Foto Ansa

Gli italiani potranno beneficiare di prezzi sulle bollette più bassi, praticamente crollati: ecco cosa c’è da spettarsi.

Bolletta novembre: crollo inaspettato

Il Presidente di Nomisma Energia, Davide Tabarelli, ha spiegato che le bollette di Ottobre saranno interessate da un aumento del 5 per cento. Un dato particolarmente positivo se paragonato agli aumenti paventati nei mesi scorsi.

Bolletta novembre: cosa c’è da spettarsi / Foto Ansa

Secondo Tabarelli il fenomeno è dovuto alla decisione di Arera, Autorità per l’Energia, di rendere mensile e dunque non trimestrale l’aggiornamento delle tariffe. Senza tale intervento la situazione sarebbe stata ben più grave. Nello specifico, gli italiani avrebbero dovuto sobbarcarsi un aumento del 200 per cento addirittura. Il cambiamento è stato reso necessario dall’instabilità dell’ultimo periodo relativamente ai prezzi del gas.

Bollette della luce: l’attuale andamento

Alla luce delle affermazioni di Tabarelli è chiaro che l’aggiornamento trimestrale delle tariffe ha rappresentato un cambiamento molto sensato ed efficace e che per questo si sarebbe potuto attuare anche per quanto concerne il prezzo della luce. Sempre il Presidente di Nomisma Energia difatti ha spiegato che adesso staremmo beneficiando di prezzi in calo anche per quanto concerne l’elettricità: ora non resta che attendere gennaio con l’auspicio che risulteranno più bassi.

Tabarelli, infine, ha voluto dire la sua anche sulla scadenza relativa al mercato tutelato del gas attesa per la fine dell’anno. Secondo lui è auspicale un rinvio dal momento che attualmente si stanno facendo i conti con una instabilità dei prezzi spaventosa. Ciò vale anche per il mercato tutelato per l’elettricità, la cui scadenza è stata fissata per il 10 gennaio 2024. In ogni caso non resta che attendere gli interventi del nuovo Governo guidato da Giorgia Meloni a cui gli italiani hanno affidato il compito di trainare il Paese fuori da questa terribile crisi.