Cosa succede se non pago il Canone RAI nel 2023: attenzione a nuove regole e puoi non pagare

Cambia tutto sul canone RAI ed è importante capire qual è la multa se non lo si paga nel 2023 e anche come fare a non pagarlo.

Il canone RAI è una tassa veramente odiata dai cittadini italiani e di conseguenza non stupisce che i cittadini cerchino sempre il modo di non pagarla.

ANSA

Con l’uscita del canone RAI dalla bolletta cambia tutto nel 2023, perché fino ad oggi i cittadini italiani erano obbligati a pagare il canone perché la cifra veniva inserita direttamente nella bolletta dell’energia elettrica.

Dal 2023 cambia tutto

Ma dal 2023 cambia tutto e arrivano sia delle sanzioni pesanti che anche la possibilità di non pagare il canone.

Pixabay

Pagare il canone è un vero e proprio obbligo se si hanno i televisori in casa e di conseguenza per chi non lo paga arriva una multa di 540 euro. Infatti se è vero che il canone è di €90 è vero anche che non pagarlo sottopone ad una multa molto più pesante. Ma nel 2023 cambia tutto perché il canone esce dalla bolletta. Era stato il governo di Matteo Renzi a inserire il canone della RAI in bolletta proprio per evitare la forte evasione fiscale.

Cosa succede se non lo paghi

Da quando il canone è stato inserito nella bolletta effettivamente l’evasione fiscale è scesa moltissimo ma bisogna anche sottolineare come dall’anno prossimo il canone RAI esca dalla bolletta e quindi i cittadini devono ancora capire come pagare questa tassa. Probabilmente arriverà a casa un bollettino da €90 come si faceva una volta ma se non si vuole pagare il canone RAI c’è sempre la possibilità di fare l’apposita domanda entro il 31 gennaio del 2023. Infatti dal sito della RAI è possibile scaricare la domanda di esonero dal canone RAI.

Come avere l’esonero

Presentando la domanda di esonero dal canone RAI si viene esentati per tutto il 2023. Nella domanda bisognerà dire di non avere dei televisori in casa ma ovviamente questo deve corrispondere al vero perché altrimenti ci saranno delle sanzioni. La domanda di esonero dal canone RAI dura solamente un anno e quindi poi nel 2024 la si dovrà ripresentare nuovamente. La domanda di esonero effettivamente dà diritto ad essere esonerati per un anno ma come detto effettivamente non si deve avere neppure un apparecchio atto alla ricezione del segnale della RAI in casa. L’esonero dal canone lo possono avere anche i cittadini che abbiano più di 75 anni ed ISEE basso ma in questo caso si può continuare ad avere i televisori in casa.