Tredicesima 2022: ricchissima e anche se hai lavorato solo 16 giorni, ora è per tutti, come un bonus

Buone notizie sulla tredicesima perché ti spetta anche se hai lavorato poco.

Vediamo come funziona la tredicesima e perché quest’anno può essere percepita da tanti. La tredicesima è una vera e propria pensione o stipendio in più che si ha a dicembre proprio per le spese extra del Natale. Purtroppo oggi bisogna dire tristemente che la tredicesima non sarà assolutamente utilizzata dagli italiani per concedersi vacanze o per fare ricchi regali, ma magari più che altro per rimettersi a posto coi pagamenti delle terribili bollette o con somme che non si sono riusciti a pagare durante l’anno.

Tredicesima 2022
Tredicesima 2022 (Fonte: ilovetrading.it)

Questa particolare gratifica caratteristica è un argomento che sicuramente interessa tanti. Quando arriva il Natale vorremmo tutti sentirci più buoni ma anche più protetti da parte dello stato. Infatti il natale è la festa dell’amore Cristiano ma più in generale è la festa nella quale vorremmo sentirci tutelati e difesi.

Una tredicesima inclusiva in un anno difficile

La tredicesima è una vera e propria conquista dei sindacati che permette proprio in questo delicato periodo dell’anno che suscita tanta gioia ma che può anche suscitare depressione e chi sia afflitto da grossi problemi, di avere una piccola gioia in più. Ma una domanda che tutti quanti si fanno è quanto tempo bisogna lavorare per avere la tredicesima.

Innanzitutto bisogna dire che la tredicesima viene erogata dal datore di lavoro ai dipendenti privati ma anche ai dipendenti pubblici e anche ai pensionati. Ovviamente però ai dipendenti pubblici non sarà erogata dal datore di lavoro ma dall’ente pubblico. Per quello che concerne i pensionati la tredicesima viene erogata direttamente dall’INPS. E’ una somma aggiuntiva lo stipendio o alla pensione.

Ecco come funziona la tredicesima

La tredicesima viene riconosciuta a tutti quei lavoratori che hanno proprio maturato 12 mesi di lavoro nell’arco dell’anno, ma il mese viene conteggiato soltanto ad una condizione. Infatti il mese viene conteggiato soltanto se la frazione lavorata del mese risulta più alta di 15 giorni. Quindi il minimo per avere la tredicesima e quello di aver lavorato almeno 16 giorni.

Il lavoratore che abbia lavorato almeno 16 giorni ha diritto quindi ad una mensilità. Ovviamente chi abbia lavorato soltanto 16 giorni avrà ben poco di tredicesima. Infatti avrà diritto soltanto ad una mensilità. Infatti per avere la tredicesima completa c’è bisogno di avere tutte e 12 le mensilità però ci sono anche dei lavoratori che sono esclusi dalla tredicesima.

Quasi tutti hanno diritto ma qualcuno è escluso: ma il Reddito di Base quando arriva?

Infatti le partite IVA e i lavoratori a progetto oppure anche chi possiede un contratto di lavoro parasubordinato purtroppo non hanno diritto alla tredicesima e questo è veramente brutto. Tanti sono esclusi dalla tredicesima e paradossalmente sono proprio i lavoratori più fragili e più esposti alle buriane del mercato. Ma allora non sarebbe più giusto un reddito di base che garantisca un minimo a tutti?

Sempre più intellettuali lo stanno sostenendo e prima o poi, questo reddito di base arriverà anche se ci dovesse volere tantissimo tempo. Le aziende private concedono la tredicesima secondo quello che dispone il contratto collettivo nazionale di lavoro di riferimento.

Come funziona per il part time

Ma anche il lavoratore part time, come quello full time può avere diritto alla tredicesima anche se ovviamente si tratterà di una tredicesima bassa. Se un lavoratore prende 1.500 euro al mese lordi ed è impiegato per 12 mesi e questi 12 mesi effettivamente ha lavorato almeno 16 giorni per ogni mese sicuramente avrà la tredicesima.

Tredicesima 2022: ricchissima e anche se hai lavorato solo 16 giorni (I Love Trading)

In sostanza bisogna tenere conto del valore lordo della busta paga moltiplicato per i mesi di effettivo lavoro. Per esempio se con una busta paga di €1500 si è lavorato per quattro mesi si avranno €500 di tredicesima. Nel part-time tutto è proporzionato alle ore lavorate. Quindi anche nel part-time si è diritto alla tredicesima ma tutto va matematicamente proporzionato al numero di ore effettivamente lavorate.