Redazione

Disclaimer

Privacy Policy

Sei sempre indeciso? Con questo metodo scientifico non sbaglierai più una scelta

Foto dell'autore

Claudio Rossi

“Decidere di non decidere” è la cosa peggiore che possiamo fare: ecco come superare l’indecisione cronica.

L’indecisione cronica è uno stato che contraddistingue e frena numerose persone. Può essere un grande ostacolo, tanto nella vita personale, quanto in quella professionale. Se anche tu ti senti perennemente indeciso di fronte ai bivi della vita, allora utilizza questo metodo scientifico e non sbaglierai più una scelta.

Superare l'indecisione
Il metodo scientifico per superare l’indecisione – (ilovetrading.it)

Già perché l’indecisione, tanto nei rapporti personali, quanto in quelli di lavoro, è sempre figlia della paura (eccessiva) di sbagliare, di non fare la scelta di giusta, di prendere decisioni che possano condizionare negativamente la nostra vita. Vivere di rimpianti è qualcosa che non auguriamo a nessuno, ma per scongiurare questa possibilità è assolutamente necessario essere pronti a osare e a rischiare. Questo, evidentemente, non significa essere degli incoscienti.

Il dubbio – lo dice anche la filosofia – è un sintomo di grande intelligenza. Ma non deve perseguitarci, altrimenti diventa un recinto dal quale non si riesce a uscire. Ecco, allora, un metodo scientifico che potrà certamente migliorare la vita degli indecisi cronici.

Come migliorare i propri processi decisionali

Nel dover prendere una decisione, tanto sulla scelta di una casa, quanto su una nuova opzione lavorativa, un buon modo per limitare al minimo gli errori è quello di valutare i pro e i contro, di confrontare i punti di forza con quelli di debolezza. Per decisioni davvero importanti, il consiglio è quello di dedicare un po’ di tempo, concentrandosi su ciascuna opzione individualmente e immaginando il contesto in cui si vivrà scegliendo quell’opzione.

Superare l'indecisione, metodo scientifico
Il metodo scientifico per non sbagliare più una scelta – (ilovetrading.it)

La ricerca scientifica oggi ha fatto passi da gigante nel comprendere quali siano i processi decisionali del nostro cervello e suggerisce che il processo di confronto utilizzato dal cervello è orientato verso le proprietà sovrapposte che si parano davanti al nostro cammino. Inoltre, spesso è più facile valutare gli aspetti delle decisioni quando si dispone di un punto di confronto.

Peraltro, quando consideriamo ciascuna opzione isolatamente, è probabile che ci si renda conto che ci sono aspetti di quelle opzioni che non ci sono totalmente chiare e che, quindi, necessitano di maggiori informazioni. Ma è molto meglio raccogliere queste informazioni prima di selezionare qualcosa piuttosto che aspettare fino a quando non ci si trova nel momento clou della decisione. Il rischio di prendere decisioni affrettate è dietro l’angolo. E ancor più concreto quello di “decidere di non decidere”.

Gestione cookie