Ecco come chiedere i danni per la malasanità

Dover curare la propria salute è un imperativo per tutti e quando si ha a che fare con cure mediche specie se di una certa entità certamente non si è in una situazione invidiabile.

Tuttavia purtroppo alle volte può capitare che chi è preposto al delicato compito di curare la nostra salute sbagli. Ovviamente errare è umano e anche i medici non possono essere perfetti come non può esserlo ciascuno di noi. Tuttavia esistono pratiche standard che, se seguite offrono la massima possibilità di successo di una determinata terapia. Quando il medico non segue i protocolli previsti dal ministero e non segue ciò che la prevalente letteratura scientifica prescrive in un determinato caso sta andando incontro ad un evento fortuito e imponderabile, ma ad un danno al paziente che sarebbe potuto essere evitato. In questi casi si raffigura una precisa responsabilità in capo al medico. A tanti italiani purtroppo capita di subire un danno a causa di un medico o di una struttura ospedaliera.

Verificare se c’è un illecito

Vediamo come ci si può difendere in questi casi. La legge prescrive la possibilità di chiedere un risarcimento danni ad un ospedale o ad un privato medico che ci abbia cagionato un danno. Tuttavia bisogna verificare in concreto che questo danno non derivi dalla normale alea che accompagna una terapia medica, ma derivi da una negligenza o incompetenza del medico. In definitiva si deve verificare che il medico o la struttura sanitaria siano stati incompetenti o negligenti rispetto quello che la legge e la letteratura scientifica prevedono in un caso specifico. Infatti il Ministero della Salute emana delle linee guida che servono ad orientare i medici italiani verso le migliori pratiche nel trattamento di una specifica patologia. Il medico che si discosti arbitrariamente per ignoranza o per negligenza può star commettendo un illecito.

Leggi anche: Dal Regno Unito sono perentori: l’auto a guida autonoma è solo un sogno

In questi casi è necessario rivolgersi ad uno studio legale che si occupa correntemente di questioni legate alla malasanità. Ciò affinché valuti preliminarmente se ci si trova dinanzi a un caso di errore medico sanzionabile dalla legge oppure no.

Leggi anche: Conto corrente, non puoi più sbagliare. Cambia la normativa e le multe si impennano

In questo caso starà allo studio legale tentare via prima una transazione oppure poi eventualmente intentare una vera e propria causa.