Per assistere in studio alle trasmissioni tv si viene anche pagati. Vediamo quanto

In linea di principio per assistere ad uno spettacolo di dovrebbe pagare un biglietto. Si fa così per il cinema, il teatro, etc.

Ma esiste un tipo di spettacolo un po’ particolare nel quale il pubblico è parte integrante dello spettacolo stesso, a beneficio di un altro pubblico molto più vasto ma remoto. Stiamo parlando della televisione. Ecco perchè il pubblico della tv non solo non paga, ma nella maggioranza dei casi viene anche pagato. Ma come si deve essere per far parte di questo pubblico? In realtà non serve avere alcun particolare requisito. Infatti le tv cercano proprio persone qualsiasi nelle quali la gente a casa possa facilmente identificarsi. Tuttavia al pubblico viene chiesto di essere disciplinato e di applaudire e ridere quando lo spettacolo lo richiede. Ve lo immaginate quanto sarebbe più lungo e dunque più costoso interrompere le riprese perchè qualcuno del pubblico insiste per avere un autografo o magari non la smette di ridere fuori dei tempi giusti?

Ecco quanto si viene pagati

Diciamo subito che i compensi non vengono rivelati tanto facilmente dalle tv ed il motivo è semplice. Il pubblico in studio deve trasmettere un’immagine di spontaneità e sapere che viene pagato rovinerebbe un po’ il tutto. Ma quanto si viene pagati? Tra le varie trasmissioni i compensi oscillano un po’ ma diciamo che se si diventa pubblico fisso viene fuori un secondo stipendio, diciamo per arrotondare il primo.

Leggi anche: UE, proposta scandalo: aboliamo l’Iva sull’industria delle armi

Qualche esempio pratico: per la maggior parte delle trasmissioni si percepirebbero circa 30 euro a puntata.

Leggi anche: Uquid: un modo facile per dare ai tuoi acquisti le prerogative delle crypto oggi

Alle volte si viene pagati a settimana (corta) ma con cifre proporzionate. Dunque è facile capire che chi assiste a tutte le puntate del mese porta a casa più di 500 euro.