La truffa WhatsApp del finto Green pass ti azzera il conto

Sembra essere ritornata una truffa che ha fatto tanti danni quest’estate. Ma probabilmente non è mai andata via. Si tratta di un messaggio WhatsApp truffaldino che riesci a rovinare la vita di chi lo riceve.

Vediamo di capire meglio. Questo messaggio WhatsApp è molto ben fatto e fornisce l’impressione che arrivi da una qualche istituzione dello Stato. Cliccando sul link si riceverebbe un fantomatico Green pass speciale che consente di viaggiare ovunque senza mascherina. Inutile dire che si tratta del solito escamotage per portare la navigazione su un sito truffaldino che poi svolgerà le solite operazioni criminali per aggredire conti correnti. Le truffe che usano WhatsApp sono sempre più attive ed è importante stare in guardia contro questi messaggi.

C’è tanta confusione sul green pass e i banditi ne approfittano

La polizia postale mette continuamente in guardia contro queste bande e creano messaggi assolutamente credibili e che ci spingono a cliccare su qualche link. Il consiglio è sempre lo stesso. L’importante è ribadirlo: non cliccare in alcun caso su questi link. Non ha importanza quanto sembrino credibili o quanto ci viene voglia di farlo non va fatto e basta.

Leggi anche: Nella moda cambia tutto: i brand fashion e super low-cost. Ecco il vero risparmio

E’ importante mettere in guardia contro queste truffe perchè i sistemi di messaggistica e gli sms sono il terreno di caccia di questi truffatori. Sanno bene che su un certo numero di persone, qualcuno ci cascherà e gli introiti dei truffatori sono lauti per cui per loro il gioco vale la candela. Teniamo poi presente che ancora oggi fanno confusione sul Green pass e sulle modalità per ottenerlo.

Leggi anche: Genio della matematica risolve un problema aperto da 20 anni e gli tolgono la cattedra

Le notizie sulla sua estensione a veri contesti della vita sociale si susseguono a ritmo serrato e quindi non sorprende che di fronte a messaggi del genere qualcuno ci caschi per timore di trovarsi escluso dal lasciapassare verde.