Il dollaro si impenna: i tassi c’entrano, ma la prima causa è la paura di crolli in borsa

Il dollaro sale sempre: ecco perché le borse scenderanno presto. Il Dollaro in questo periodo è più sincero delle borse sull’andamento dei mercati.

Vediamo di capire cosa sta succedendo. Il dollaro continua la sua marcia trionfale. I rialzi sono continui ed è sempre in crescita rispetto alle altre principali divise. Come mai questi rialzi continui? In realtà ad infiammare il biglietto verde è stata la Federal reserve che ha cominciato a parlare di aumentare i tassi ed inflazione. Il dollaro di conseguenza ha cominciato a salire e ciò è più che comprensibile. Sta salendo sia perché ovviamente il rialzo dei tassi spinge naturalmente la valuta ad aumentare di valore anche se soltanto se ne parla. Ma in realtà il dollaro sale anche perché è notoriamente un bene di rifugio. Infatti sono in molti a temere che le borse saranno preda di violente correzioni a causa sia del tapering che dell’inflazione che della crisi energetica cinese.

Inizia la fuga verso il rifugio

Ma allora è lecito chiedersi: se il dollaro sale perché la borsa non scende? Perché Wall Street non fa nemmeno una correzione del 10% tanto per riprendere fiato? Non è da escludere che quelle che stiamo vedendo sui mercati USA siano semplicemente le ultime speculazioni rialziste pronte a volatilizzarsi non appena il tapering si manifesterà concretamente. Infatti attualmente la Federal Reserve sta continuando il suo massiccio piano di aiuti e probabilmente finché non lo inizierà a ridurre concretamente la borsa continuerà a salire. Tuttavia la crescita del dollaro dovrebbe far capire che la crescita dei listini ha poco fiato ancora. Questo perché probabilmente nell’aumento continuo del biglietto verde pesa non solo l’aumento dei tassi ma soprattutto la corsa verso il bene di rifugio.

Leggi anche: Finalmente videogiochi su Netflix. Ma solo per Play Store e gli utenti Apple a bocca asciutta

D’altra parte anche le altre banche centrali assai probabilmente aumenteranno i tassi come lo farà la Federal reserve.

Leggi anche: Una rivoluzione nel mondo delle criptovalute: Europa primo mercato al mondo

E allora che senso ha questo apprezzamento se fosse soltanto una mera questione di tassi? Evidente che la corsa verso il rifugio è già cominciata.