La misteriosa auto elettrica cinese che minaccia di surclassare Tesla

 Tesla ha rivoluzionato il mercato delle automobili.

Certamente non ancora dal punto di vista numerico visto che ne circolano poche, ma sicuramente ha imposto a tutte le aziende la rivoluzione elettrica come qualcosa di molto attuale e di non più rinviabile. Puntando tutto sull’auto elettrica Tesla è diventata un’azienda dalle quotazioni stellari e tutte le altre aziende di auto ormai la inseguono. Tesla è in definitiva l’ennesimo successo della dinamica industria americana capace di proporre sempre nuove idee e di puntare su realtà produttive mai stantie. Tuttavia la Cina ha dichiarato apertamente che non vuole soccombere su questo mercato. La relazione tra Tesla e la Cina è di odio e amore.

Un nuovo dragone elettrico

Tesla produce in Cina ma allo stesso tempo il governo cinese si è detto assai preoccupato delle troppe telecamere installate sulle Tesla e addirittura ha proibito ai suoi dipendenti che hanno le Tesla di parcheggiare in aree sensibili. Ma aldilà di queste scaramucce la cosa veramente importante e che il ministro dell’Industria cinese ha dichiarato di essere scontento della vasta galassia di auto cinese e che il governo piloterà una serie di fusioni ed acquisizioni. Ma come mai il governo cinese ci tiene tanto a trasformare tanti nani in pochi o addirittura un solo gigante? La risposta è semplice: perché questo gigante dell’auto elettrica innovativa ed a guida autonoma dovrà riuscire a tener testa a Tesla. Possibilmente anche a surclassarla.

Leggi anche: Cina-USA: chip e sommergibili nucleari. Vediamo se la guerra commerciale può degenerare

La tensione tra usa e Cina è sempre più alta ed ormai i due colossi si minacciano a suon di spacconate in salsa nucleare.

Leggi anche: Hai mai pensato quanto è fondamentale la logistica nell’e-commerce: ecco come investirci con un etf.

Ma gli analisti monitorano molto da vicino la questione dell’auto elettrica cinese perché non vi è dubbio che i cinesi non vogliono fermarsi agli smartphone e vogliono Vincere e convincere anche sull’auto elettrica.