Influencer inumani: sui social spopolano animali domestici ed esseri virtuali

Il mondo dei social network è un po’ come l’Araba Fenice: risorge dalle sue ceneri e si rinnova.

Il già visto non piace e nuovi fenomeni tendono ad esplodere con grandissima facilità. Fino ad oggi abbiamo sempre dato per scontato che l’influencer dovesse essere un essere umano. Magari poteva parlare di make-up, oppure poteva parlare di temi ambientali. Poteva parlare di cucina o poteva parlare di automobili. Ma comunque sia doveva essere sempre e comunque un essere umano. Questo sembra arrivato attualmente al capolinea perché due tendenze assai forti che emergono ultimamente sono quelle del CGI influencer e del pet influencer. Sono due tendenze nate quasi per caso. La prima è nata quando artisti della grafica digitale si sono resi conto che le eroine uscite dalla propria fantasia e dai propri computer potevano generare un fascino tutto particolare sui propri follower.

Meglio che umano

E allora perché non creare delle eroine virtuali da far seguire a legioni di fan? Così sta nascendo tutto il filone degli influencer generati al computer. L’altro filone, quello degli animali domestici nasce sostanzialmente per due motivi. Il primo è che tanti influencer importanti si sono resi conto che quando nei video c’erano i loro animali domestici le visualizzazioni esplodevano. E poi perché si sa che gli animali su internet spopolano sempre. Per cui adesso i social stanno cominciando a vedere emergere anche quest’altra categoria di influencer. Ovviamente le aziende di social media marketing cominciano a correre ai ripari e cominciano a cercare sponsorizzazioni adatte a questo tipo di personaggi.

Leggi anche: Gli influencer della camorra fanno proseliti e soldi

Questo perchè è il mondo dell’influencer marketing a dare senso commercialmente agli influencer e dunque ogni nuova figura che emerge deve essere naturalmente connesso con le aziende che possono trar vantaggio dalla sua sponsorizzazione.

Leggi anche: Evergrande torna in borsa (-12%) a pochi giorni al default: tutti i mercati in rosso

Vedremo quanto dureranno questo tipo di figure e se saranno una nuova realtà stabile in questo mondo per sua natura magmatico.