Bitcoin ecologicamente senza futuro: genera troppa spazzatura

Quando pensiamo al Bitcoin, pensiamo ad una moneta virtuale.

Ci viene in mente un investimento impalpabile… troppo virtuale, troppo poco concreto. La cosa paradossale è che nonostante il Bitcoin sia assolutamente virtuale dal punto di vista della banca che lo emette (che non esiste) sia invece fin troppo concreto dal punto di vista dell’impatto ambientale. Un recente studio dimostra come le attività connesse al mining e alle transazioni di Bitcoin consumino una quantità abnorme di energia. I numeri sono davvero impressionanti, ma non basta. Oltre al consumo esagerato di energia necessario per tenere in piedi tutto il meccanismo di questa criptovaluta c’è anche il fatto che le complesse e costose apparecchiature necessarie per il mining si bruciano molto velocemente e vanno frequentemente sostituite.

Per l’ambiente è tutt’altro che virtuale

Di conseguenza noi abbiamo che la valuta virtuale per eccellenza, che peraltro sta ampliando il suo bacino di utenza in una maniera inverosimile anche grazie agli etf recentemente approvato dalla Sec è una vera e propria macchina per inquinare. In un mondo che sta cercando in ogni modo di ridurre l’impatto ambientale e sensato ma soprattutto è sostenibile tenere in piedi un’infrastruttura del genere che ha un impatto ambientale così forte? Secondo alcuni studi una singola transazione su Bitcoin produce rifiuti tecnologici equivalenti a due iPhone. Sono la Banca centrale olandese ed il MIT a certificare questi dati sbalorditivi. Una singola transazione equivale a gettare nella spazzatura due iPhone 12 mini. Sembra pazzesco ma non lo è. Per il mining servono batterie di macchine dalle prestazioni tremende e gettare via componentistica che comincia a perdere colpi è la norma.

Leggi anche: Per JP Morgan l’inflazione sta spingendo gli ETF su Bitcoin, ma è un fuoco di paglia

Ci pare che i menestrelli del bitcoin di questo si occupino troppo poco. Il loro futuro utopistico libero dalle banche prevede anche temperature tropicali diffuse?

Leggi anche: L’ETF su Bitcoin serve solo a tranquillizzare chi il Bitcoin ce lo ha già

Se è vero che le crypto sono una rivoluzione sarebbe utile confrontarsi su tutte le sfaccettature di essa.