L’inflazione crea nuovi ricchi e nuovi poveri. Vediamo chi sono

Una marcata inflazione sta scuotendo tutto il mondo.

Trainata dall’inflazione energetica, è ormai un fenomeno che abbraccia tantissime materie prime. I rincari sono ormai fortissimi e tante filiere produttive sono in difficoltà. Negli ultimi giorni ha colpito la dichiarazione di Amazon che probabilmente non riuscirà a consegnare tutti i prodotti ordinati dai clienti per Natale. Praticamente identica la dichiarazione di Apple “Non riusciremo a produrre abbastanza device per Natale”. L’inflazione impoverisce le famiglie e questo è un fatto indubitabile. Le bollette più care, la benzina più costosa e presto anche la spesa al supermercato più onerosa, rendono le famiglie più povere. Ed anche la maggior parte delle aziende non potendo trasferire completamente i costi di produzione maggiorati a monte, si impoverisce e in certi casi rischia addirittura la chiusura. Ma in questo scenario generale di impoverimento c’è chi si sta arricchendo.

Non tutti piangono

Da un lato sicuramente si sta arricchendo l’Opec+. Senza voler criminalizzare l’associazione dei paesi produttori di petrolio si deve però anche dire che il loro tenere chiusi i rubinetti petroliferi sicuramente sta facendo crescere di valore l’oro nero molto più del dovuto. Si stanno arricchendo anche tante compagnie del gas che stanno registrando utili straordinari. Non ultimi si stanno arricchendo anche tutti coloro i quali stanno speculando sulla crescita delle materie prime. Insomma l’inflazione rende tutti più poveri, ma come al solito ci sono alcuni che invece ne traggono vantaggio. Questi vantaggi sono leciti, ma è altrettanto lecito chiederti se non abbiano senso dei meccanismi di perequazione che possano evitare ulteriori stress ad un sistema economico già duramente provato.

Leggi anche:Bonus affitto al 100% più bonus affitto under 31: tante novità

In Spagna si son creati dei meccanismi per ristorare i consumatori con gli extraprofitti delle società di luce e gas.

Leggi anche: Bostic (Fed) gela i mercati: l’inflazione è duratura. Transitorio è una parolaccia.

Sbagliato prendere sottogamba l’inflazione e le sue dinamiche perchè impattano duramente su famiglie ed aziende.