Due euro al litro: il caro benzina va fuori controllo

Il caro benzina è un grosso problema per gli italiani e come annunciato i rincari sono davvero tremendi.

In tanti distributori la benzina è arrivata a superare i €2 al litro. E’ il Codacons a denunciare questi rincari che possono davvero mettere in ginocchio gli italiani. Il Codacons sottolinea che è stato proprio il ponte di Ognissanti, il pretesto per questa ulteriore mazzata. Dopo il rincaro delle bollette, infatti sappiamo bene che è proprio la benzina il principale nemico delle spese degli italiani con un’inflazione davvero altissima. E le cose probabilmente non sono destinate a migliorare. Secondo il Codacons un pieno può arrivare a costare addirittura €20 in più rispetto ad un anno fa.

Tra i più colpiti in Europa

Ogni famiglia paga a causa del caro benzina ben €430 all’anno, è sempre il Codacons a fare questi calcoli che dimostrano come i rincari della benzina possono essere assai pesanti per gli italiani. Il rincaro dei carburanti è un fenomeno globale, ma all’estero c’è chi cerca di farci qualcosa. In Europa siamo al terzo posto per il costo del gasolio ed in quinta posizione per quanto riguarda ciò che paghiamo per la benzina. In più all’estero si sta pensando anche a bonus per le fasce più deboli Per compensare questa forte voce di spesa. Le associazioni dei consumatori sottolineano come il caro carburanti convenga allo stato che intasca laute tasse ma per i cittadini sia davvero un problema. Ma sono anche le imprese ad essere duramente colpite da questi rincari e dispiace che il governo non predisponga alcuno strumento per difendersi.

Leggi anche: Ora o mai più: bonus vacanze in scadenza, peccato perderlo

In Francia è stato disposto un bonus benzina per chi guadagna meno di 2.000 euro al mese, ma da noi non sembra essere in arrivo nulla del genere.

Leggi anche: Mazzata sul bonus casa: niente più cessione del credito e sconto in fattura

Questi rincari mettono il turbo all’inflazione e la rendono assai insidiosa.