Arriva il cosiddetto Bonus Natale, ecco come funziona

Il bonus Natale è un modo di dire, nato sulla stampa per definire una somma che alcuni pensionati riceveranno a Natale. 

Questo periodo è dominato da forti rincari ed un bonus che aiuti chi è più in difficoltà a far fronte alle tante spese è certamente una cosa benaccetta. I rincari a tutto tondo sulle voci di spesa degli italiani sono più forti di quanto non si pensasse all’inizio. Vanno dalla bolletta, alla spesa, alla benzina, dunque appunto questo “bonus” è opportuno. Questo cosiddetto Bonus Natale spetta ai pensionati che percepiscono massimo 6.695,91 euro annui. E’ pari a 154,94 euro. Anche chi percepisce pensioni sino a 6.850,85 ne ha diritto, ma in misura proporzionalmente più bassa. Vi sono poi anche dei tetti posti in ordine al reddito complessivo del pensionato.

Limiti e tetti

Ovviamente questi altri tetti costituiscono un limite solo laddove il pensionato percepisca anche redditi diversi oltre la pensione. Questi limiti sono pari a  10.043,87 euro che salgono a 20.087,73 uro se si deve sommare anche il reddito dell’eventuale coniuge. Ovviamente a questo va aggiunta la tredicesima, per rendere il Natale dei pensionati italiani un po’ più “ricco”. Ma come si diceva, le associazioni dei consumatori stanno segnalando con forza la stangata che l’inflazione sta facendo calare sugli italiani. Le associazioni sindacali sottolineano come i rincari sono certamente importanti e riguarderanno tutte le voci di spesa degli italiani. In realtà non ci sono all’orizzonte interventi del governo per contrastare l’inflazione.

Leggi anche: Bonus patente: non è solo per under 35 e vale €1000

L’esecutivo ha messo in campo cifre imponenti per sgonfiare a monte il caro bolletta, ma con esiti minimi e comunque, appunto, non esiste una politica volta ad arginare il fenomeno.

Leggi anche: Rincari troppo forti: senza i bonus, edilizia al tracollo

Agli italiani spetta il compito di essere più oculati ed attenti alle spese perchè questo periodo di rincari dovuti all’aumento delle materie prime sarà, probabilmente piuttosto duraturo.