Reddito di Cittadinanza: date degli accrediti di novembre e novità

Il Reddito di Cittadinanza è uno strumento prezioso per quei nuclei familiari più in difficoltà.

Vediamo quando arrivano le ricariche per il mese di novembre. Per quanto riguarda il reddito di cittadinanza, come sappiamo, la ricarica di questo sussidio viene accreditata il giorno 27. Ma questo mese potrebbe anche essere anticipata. Infatti a novembre il 27 cade di sabato, dunque non è escluso che la ricarica questo mese capiti il venerdì 26. Questo però riguarda chi lo riceve da almeno due mesi. Perché chi lo riceve da poco, dunque la prima o la seconda volta, può beneficiare dei soldi già attorno al 15 del mese. Dunque i nuovi beneficiari certamente già hanno avuto la ricarica. I dati ufficiali relativi a questo strumento ci dicono che globalmente 1,71 milioni di famiglie hanno avuto accesso al reddito di cittadinanza o pensione di cittadinanza.

Novità sul RdC

Si stima che questo voglia dire che 3,8 milioni di persone hanno avuto accesso a questo strumento. Ma vediamo a quanto ammonta la cifra media erogata ad ottobre 2021. Ad ottobre di quest’anno la cifra media che è stata erogata per questo strumento è stata di 546,75 euro. Attorno a questo strumento di contrasto alla povertà si è creata una forte polarizzazione. Ciò ha portato ad un suo forte ridimensionamento. Teoricamente le cifre sono sempre quelle, seppur con dei correttivi, ma è diventato molto più facile perderlo. Oggi bastano due rifiuti per perdere il reddito di cittadinanza ed la seconda proposta di lavoro è ritenuta congrua anche se arriva dall’altra parte d’Italia e se è un contratto di soli tre mesi.

Leggi anche: Novità Reddito di Cittadinanza: in alcuni casi, sequestro conto corrente

Insomma una stretta, per venire incontro a quelle forze politiche che chiedevano proprio l’abolizione.

Leggi anche: Reddito di Cittadinanza: arriva la verifica mensile. Se la salti, lo perdi

Ma il tema della povertà in Italia è delicato ed in crescita e si dovrebbe fare molta attenzione quando si parla degli aiuti ai più deboli, perchè col Covid la situazione è ulteriormente peggiorata.