La BCE potrebbe diventare meno accomodante e i mercati tremano

La Banca Centrale Europea ha sempre avuto un atteggiamento molto favorevole ai mercati e negato la gravità dell’inflazione. Ma oggi qualcosa può cambiare.

I mercati hanno sempre visto nelle due banche centrali sulle due sponde dell’Atlantico, un atteggiamento da colombe convinte. Ma la Fed da quando è arrivata la variante Omicron ha cominciato a dirsi spaventata da crisi della supply chain ed inflazione e di colpo ha cominciato a parlare di tapering anticipato e forse addirittura di rialzo dei tassi. Cose che hanno fatto innervosire ovviamente i mercati. Ma la BCE, no. E’ rimasta sempre ferma nella sua prospettiva di una inflazione blanda e soprattutto passeggera. Ma le cose potrebbero cambiare e inizia a serpeggiare l’idea che presto la BCE sarà costretta ad un clamoroso cambio di rotta.

La BCE potrebbe abbandonare i mercati

In effetti l’inflazione in europa sta facendo registrare valori clamorosi che non si vedevano da decenni. Sempre più autorità pubbliche e private la stanno criticando aspramente per il suo atteggiamento negligente nei confronti dell’inflazione. Soprattutto gli ambienti economici tedeschi l’accusano di favorire un vera e propria esplosione dell’inflazione. Ecco perchè molti pensano che la sicurezza ostentata sul fronte dell’inflazione sia ormai una maschera pronta a cadere. Presto l’inflazione potrebbe costringerla a politiche molto più restrittive e per i mercati europei non sarebbe certo una notizia positiva. Ma quando annuncerà questo cambio di rotta e con che gradualità. Secondo molti non potrà comunque esimersi dal farlo. Tra l’altro Morgan Stanley ha fatto, proprio relativamente a ciò, una fosca analisi su un ero e proprio crollo dell’azionario europeo e ve ne parliamo all’articolo sotto.

Leggi anche: Morgan Stanley spaventa i mercati: crollo a due cifre in Europa

La tensione spinge inevitabilmente verso i beni di rifugio e la penuria energetica ha reso l’uranio una sorta di tetro bene di rifugio. Ne parliamo qui.

Leggi anche: Purtroppo il vero bene di rifugio è l’uranio ed è una pessima notizia

Insomma ormai è chiaro che la BCE non potrà continuare con il suo ignorare l’inflazione.