Ondata di truffe on-line: stavolta si sfruttano Ag.Entrate e Green Pass

L’Agenzia ANSA segnala una nuova truffa basata sulla nuova temibile variante Omicron.

Ma prima di entrare nel dettaglio di questa nuova idea dei criminali bisogna sottolineare come in questo periodo letteralmente un’ondata di truffe sta sommergendo gli italiani e non solo. La prima delle due truffe che vi segnaliamo sfrutta appunto la variante omicron. Si riceve un messaggio che dice che il Governo avrebbe approntato nuove misure di contrasto alla variante omicron e di prendere visione di un documento proforma allegato. Il tono è vago misterioso ma anche vagamente minaccioso e di conseguenza per evitare problemi si clicca su questo famoso documento allegato. In sostanza si instilla la paura che se non si prende visione di ciò che c’è scritto si potrebbero avere problemi sul fronte del Green Pass.

Molto pericolose

Inutile dire che è il solito link che porta ad una procedura guidata che ha l’unico scopo di rubare i dati. L’altra truffa che sta girando in questo periodo riguarda invece l’Agenzia delle Entrate. Anche stavolta si intimorisce il malcapitato spacciandosi per l’Agenzia delle Entrate e gli intimano una serie di operazioni da compiere per stare in regola con gli adempimenti previsti dalla legge. E’ piuttosto evidente che nessuno di noi vuole ignorare una comunicazione del genere e ritrovarsi nei guai magari in una secondo tempo e quindi è molto facile cascarci. Ma a questo punto molti si chiedono: è forse il caso di buttare cellulare ed email visto che i banditi riescono a impersonare qualsiasi tipo di istituzione ed in alcuni casi persino i contatti che conosciamo?

Leggi anche: Legge 104: disabile e caregiver non possono essere trasferiti. E c’è Bonus

La domanda ovviamente è più che legittima Ma la cosa importante e stare sempre in guardia.

Leggi anche: RdC dicembre: per alcuni in anticipo, ma altri lo possono perdere

Le forze dell’ordine Infatti invita a non abbassare mai la guardia e a non fidarsi mai ma soprattutto a Non cliccare mai sui link