Allarme ISEE: se non lo rinnovi nel modo giusto perdi tutto

Non tutti amano l’ISEE come parametro per definire il reale benessere di un nucleo familiare.

Ma piaccia o non piaccia nel 2022 sarà il fulcro di tantissime agevolazioni, bonus per non parlare di assegno unico, reddito di cittadinanza, eccetera. Di conseguenza anche se forse potrebbe essere migliorato, l’ISEE è davvero cruciale per interfacciarsi con la pubblica amministrazione. Prendiamo ad esempio l’assegno unico. È il fulcro di tutte le nuove politiche del governo a sostegno della famiglia. Due sono i parametri per quantificare l’assegno unico che spetta ad un nucleo familiare. Uno è il numero dei figli e l’altro è inevitabilmente l’ISEE. Ovviamente anche il reddito di cittadinanza ha bisogno del l’ISEE, così come tantissime altre agevolazioni. Anche tutto il mondo legato agli aiuti ai diversamente abili necessita del l’ISEE. Molti non sanno che l’ISEE può essere calcolato in qualsiasi momento dell’anno.

Un utilizzo sempre più esteso

Però inevitabilmente scade il 31 dicembre dell’anno in cui è stato calcolato. Di conseguenza non è vero che sia necessario calcolarlo proprio all’inizio dell’anno, ma ovviamente è fortemente consigliato. Sono tanti i parametri che vanno a costituire l’ISEE, ma devono essere indicati in modo corretto altrimenti si rischia grosso. Il reddito del nucleo familiare è un tassello di un puzzle complesso. Determinanti sono le giacenze medie sui conti correnti. Spesso è proprio sulle giacenze che si annidano errori pericolosi che possono essere duramente sanzionati dal fisco. Anche il patrimonio immobiliare va a pesare sull’ISEE. Di conseguenza la Dichiarazione Sostitutiva Unica diventa determinante per poter calcolare l’ISEE. La cosa migliore, onde evitare errori è chiedere l’assistenza di CAF e patronati.

Leggi anche: Le truffe sui Bonus Casa sono 10 volte quelle sul RdC, ma guai a dirlo

Per il reddito di cittadinanza, poi, l’ISEE è particolarmente importante.

Leggi anche: Apple e Meta si rubano gli ingegneri del metaverso. 180.000$ di bonus per convincerli

Calcolarlo nel modo giusto significa non perdere soldi ai quali si ha diritto Ma anche non se non rischiare di sembrare fraudolenti agli occhi del fisco.