Etf 2022: guida alla costruzione del portafogli ideale

Il 2022 sta per arrivare e si annuncia ricco di incognite, vediamo su quali linee possiamo costruire un portafogli ideale.

Gli etf in questo 2021 hanno veramente dominato. Tutti i vari gestori confermano la forte affezione dei risparmiatori per questo strumento. Uno strumento comodo, facile e che permette di orientare i propri investimenti nel modo preferito. Ma quali dovranno essere le linee di fondo che gli investitori dovranno seguire per il 2022? Sicuramente la parte del leone continuerà a farla l’azionario. L’azionario ha dominato in questo 2021 e probabilmente continuerà a fare lo stesso nel 2022. Eppure puntare solo sull’azionario vorrebbe dire non tenere in considerazione le tante incognite che lo scenario economico propone. Inflazione, banche centrali meno amiche, Covid, crisi della supply chain mai risolti, insomma sicuramente è più giusto diversificare su strumenti difensivi e che possano difendere soprattutto dall’inflazione.

Difensivi ed aperti alla ricerca

Difficile prevedere se questo 2022 sarà un anno di correzione per la borsa o meno. Gli analisti sono ottimisti probabilmente perché sanno che sostanzialmente il supporto delle banche centrali non verrà meno. Ad ogni modo strumenti difensivi come i bond legati all’inflazione oppure strumenti che replicano l’andamento dell’oro possono certamente essere una buona idea per mitigare il pericolo della volatilità. Passando ai comparti, quelli tecnologici sicuramente non mancheranno di riservare buone sorprese. Gli etf consentono di puntare su grandi trend quali intelligenza artificiale, sicurezza informatica, ecc. Sono queste le grandi industrie di frontiera che possono crescere tanto e tanti investitori già stanno puntando in questa direzione. Anche concetti nuovi come il metaverso, hanno già generato i propri etf e gli estimatori non mancano.

Leggi anche: Guadagnare su blockchain e crypto senza possederle: arriva ETF geniale

Ma in un’epoca comunque difficile a causa dell’inflazione, particolarmente interessanti risultano tutti quegli etf basati sui beni di prima necessità.

Leggi anche: Allarme Bitcoin: negli exchange ne sono rimasti pochissimi

Infatti oltre ai vari settori avveniristici dell’evoluzione tecnologica è importante anche mettere in preventivo una contrazione dei consumi.