Caro bollette: fai attenzione, se cambi gestore stangata extra

Gli aumenti delle bollette annunciati per questo gennaio 2022 sono davvero tremendi.

Ormai sappiamo che saranno attorno al 50%. Qualcosa di davvero insostenibile per tante famiglie italiane che chiaramente stanno cercando offerte migliori. Diciamo che tra gli italiani che si muovono autonomamente per cercare di cambiare gestore e le offerte speciali che i gestori fanno per cercare di accalappiare nuovi clienti, il movimento tra le varie compagnie di luce e gas è veramente forte. Ma vediamo se e quando cambiare gestore conviene davvero. In realtà quando si sta per molto tempo con lo stesso gestore è molto probabile che questo pratichi tanti mini aumenti che rendano la sua bolletta sostanzialmente più sconveniente. Dunque in linea di principio guardarsi in giro non è sbagliato.

Attenzione a non farsi prendere dall’ansia

Ma allo stesso tempo molte associazioni a tutela dei consumatori stanno segnalando che tante offerte apparentemente vantaggiose in realtà lo sono per un tempo limitato oppure che nascondono dei costi occulti. In realtà il problema per gli utenti è proprio riuscire a decodificare le offerte che i gestori propongono. Non esiste un modo chiaro per compararle mettendole una accanto all’altra. Ogni gestore rende complesso valutare i costi effettivi attirando l’attenzione sui vantaggi e nascondendo bene gli svantaggi. Ad esempio c’è un gestore che sta puntando tutto su una campagna che dice che le che le bollette saranno tutti uguali durante l’anno, ma poi ovviamente resta da capire se queste bollette tutte uguali siano più convenienti o più sconvenienti.

Leggi anche: Il prezzo del gas crolla del 60%, ma la bolletta aumenta. È polemica

Insomma le associazioni dei consumatori spingono a non essere impulsivi in questo momento e non farsi guidare dalla smania di cambiare per forza operatore: non è detto che sia una scelta oculata.

Leggi anche: Bonus Renzi 2022: è diventato a scaglioni e tanti lo perdono

Ora come sempre è necessario valutare con prudenza.