Bonus Mobili 2022: ti basta rifare la caldaia e lo hai “in omaggio”

I vari Bonus Casa sono stata stati fortemente rivisti nell’ultima Manovra.

Tante le polemiche e i ripensamenti dell’ultimo minuto. Se ha fatto scalpore la riduzione del bonus facciate dal 90% al 60% sicuramente ha suscitato molti consensi l’introduzione del bonus per la riduzione delle barriere architettoniche. Uno dei bonus di cui si è parlato di più però è stato il bonus mobili e grandi elettrodomestici. Vediamo perché è stato così al centro dell’attenzione. Il bonus mobili e grandi elettrodomestici va a coprire l’acquisto sia di mobili che di elettrodomestici entro un tetto massimo di €10.000. Ed è stato proprio il tetto massimo di €10.000 una delle questioni su cui si è discusso di più. Infatti l’anno scorso il tetto massimo era fissato a €16.000 e fino all’ultimo si è sperato che anche in questo 2022, i €16.000 potessero essere riconfermati. Invece niente: il tetto massimo sarà di soli €10.000. Ma come sappiamo per ottenere il bonus mobili e grandi elettrodomestici c’è necessità che questi elettrodomestici siano di classe energetica particolarmente ecologica. Ma l’altra necessità è che il bonus mobili e grandi elettrodomestici vada a riammobiliare una casa nella quale sia avvenuto un intervento edilizio. Molti intendono questo requisito come un requisito assai pesante.

Più semplice di quel che sembra

Infatti c’è la convinzione diffusa che si debba essere intervenuti con interventi edili pesanti per poter giustificare il bonus mobili altrimenti si rischia di vederlo bocciato. In realtà questo non è del tutto vero: una semplice sostituzione della caldaia o un intervento all’impianto di riscaldamento o di climatizzazione in realtà bastano a giustificare il bonus mobili. Ecco perché il bonus mobili è più duttile ed amichevole di quello che può apparire in un primo momento.

Leggi anche: Bonus Casa 2022: l’Ag. Entrate mette un requisito che blocca alcuni edifici

Ovviamente però anche per il bonus mobili c’è bisogno di visto di conformità ed asseverazione che vadano a certificare che tutto sia in regola.

Leggi anche:Bonus rottamazione TV 2022: la tua TV da buttare vale €100 senza ISEE

Resta anche impregiudicato il paletto che i mobili ed elettrodomestici devono essere stati acquistati dopo l’intervento che è il presupposto del bonus mobili stesso.