Canone RAI: uscita dalla bolletta e occhio alle date di pagamento ed esenzione

Vediamo cosa sta succedendo al Canone RAI e le date utili da conoscere.

Il Canone RAI è sempre un tema caldo, dato che tante voci si sono inseguite su questa odiata tassa. Alcune sono state confermate, altre smentite e qualcuna è stata confermata a metà. Innanzitutto è stata fugata la paura di un Canone Rai anche per cellulari e tablet. La dirigenza Rai lo aveva chiesto al Parlamento e molti si erano infuriati. Ma poi la cosa è caduta nel vuoto. Ma la questione più importante è quella dell’uscita dalla bolletta. Avverrà davvero? Si, ormai è confermato, ma solo dal 2023. Vediamo allora che succede in questo anno di transizione. Innanzitutto ricordiamo che, benché sia una tassa da molti considerata ingiusta, la si deve pagare comunque, ma si può anche esimere dall’essere esentati.

Date da conoscere: pagamento ed esenzione

Per essere esentati dal pagamento del canone sulla televisione italiana, bisogna presentare apposita domanda, ma bisogna fare attenzione a due cose. Prima di tutto il temine per la domanda scade il 31 gennaio. E poi guai a dichiarare il falso: già perchè per presentare domanda bisogna asserire di non possedere apparecchi tv e mentire sarebbe grave. Attenzione però, perchè se già avete presentato domanda di esonero lo scorso anno, la dovete ripresentare. L’esonero vale un solo anno. Ma vediamo la questione di pagamenti. Dato che per questo 2022 ancora il canone si paga in bolletta (ma è l’ultimo anno), si dovrà tener conto del nostro tipo di utenza elettrica per pagarlo. E’ vero tutti dobbiamo pagare il canone, ma i tempi, curiosamente, li decide il nostro fornitore di elettricità. Se la bolletta elettrica ci arriva ogni mese, pagheremo 9 euro di rata canone Rai al mese.

Leggi anche: Superbonus 110%: prendere o lasciare, col nuovo calendario non puoi procrastinare

Se ad esempio il nostro fornitore opta per una fatturazione trimestrale, pagheremo 27 euro ogni tre mesi.

Leggi anche: Stangata luce e gas: il Governo fa impennare i bonus. Ecco le cifre in più

Alla fine comunque si dovranno totalizzare per tutti i 90 euro.