Reddito di Cittadinanza 2022: è cambiato, arriva tagliola e doppio pagamento

Il Reddito di Cittadinanza in questo 2022 ha cambiato pelle e tante sono le novità per il controverso reddito grillino.

Fin dal suo apparire il reddito di cittadinanza ha diviso gli italiani: per molti era una misura di civiltà che salvava le famiglie più fragili da una esasperante povertà. Ma per tanti il reddito di cittadinanza è un incentivo a non lavorare ed anche un’opportunità troppo ghiotta per frodare lo stato. Questo ha spinto il governo ad un giro di vite contro il reddito grillino. Perderlo quest’anno diventa veramente facile. Innanzitutto è stato fortemente rivisto il meccanismo dei rifiuti che si possono opporre alle proposte di lavoro. Se prima erano tre le proposte da rifiutare prima di perderlo, ora sono due. Il problema principale è che la seconda potrebbe provenire da qualunque parte d’Italia ed essere un lavoro anche assolutamente temporaneo e a breve respiro. Dire di no vorrebbe dire perdere il reddito di cittadinanza. Ma oggi c’è anche la questione delle verifiche mensili.

Perderlo è facile ma c’è il doppio pagamento

Infatti i centri per l’impiego mensilmente dovranno verificare la situazione del percettore del reddito di cittadinanza. Dovranno invitarlo e se non si presenterà perderà il reddito. Ma arrivano anche buone notizie per i beneficiari del reddito di cittadinanza. Vediamo le date dei pagamenti per questo gennaio e perché per alcuni ci sarà il pagamento doppio. Innanzitutto la prima data importante è stata il 15 gennaio. Infatti il 15 gennaio hanno ricevuto il reddito di cittadinanza coloro i quali lo ricevono per la primissima volta. Il 27 gennaio invece toccherà al pagamento per tutti gli altri. Ma per chi ne ha diritto arriva anche il pagamento dell’assegno provvisorio. Infatti come sappiamo da quest’anno ha reddito di cittadinanza si aggiunge anche l’assegno unico.

Leggi anche: Reddito di Cittadinanza: pioggia di revoche. Il problema della residenza

Tuttavia l’assegno unico entra effettivamente in campo da marzo.

Leggi anche: Reddito di Cittadinanza e Reddito di Emergenza 2022: le novità sui tempi

Dunque per ora c’è l’assegno provvisorio in attesa di quello unico.