Bollo auto 2022: guida a scadenze, termini, proroghe comode e multe

Con l’arrivo del 2022 torna il bollo auto e gli automobilisti si organizzano per capire come funzionerà quest’anno.

La pandemia di Covid ha sconvolto un po’ le cose per gli automobilisti italiani ed è il caso di vederci chiaro. Il bollo auto è una tassa nazionale sul possesso delle automobili. Benché sia una tassa valida su tutto il territorio nazionale, però, è gestita dalle regioni, dunque piccole differenze possono esserci tra regione e regione. Il periodo del covid aveva creato un meccanismo di proroghe e di tolleranza nei confronti di questa odiata tassa. Vediamo che succede nel 2022. Ordinariamente il pagamento del bollo si effettua il mese successivo a quello del l’immatricolazione dell’auto. Dunque questa tassa ha la particolarità tutta speciale di non avere una scadenza unica per tutti ma di variare in base all’auto veicolo. Quando si compra un’auto usata, infatti è importante verificare che i bolli siano stati regolarmente pagati. Quest’anno non sono previste proroghe o tolleranze di qualche genere di conseguenza ritornano i termini ordinari per pagare il bollo. Eppure il modo di risparmiare c’è.

Risparmio e proroghe

In alcune regioni se si paga il bollo tramite accredito sul conto corrente si può ottenere un notevole risparmio su questo odiato balzello. Ma attenzione ad alcune cose. Innanzitutto su tutte le auto nuove dalla metà di quest’anno ci sarà l’obbligo della scatola nera. Ma soprattutto attenzione a pagare il bollo nei giusti termini relativi alla propria autovettura. Infatti le sanzioni previste per chi non paga il bollo auto vanno progressivamente crescendo con il passare del tempo. Pagare il bollo in ritardo di poche settimane significa pagare poco di più. Ma più il tempo passa e più le sanzioni aumentano. Dopo tre anni di mancato pagamento del bollo, le targhe dell’auto vengono addirittura ritirate. Lo stesso capita alla carta di circolazione e l’auto non può più circolare.

Leggi anche: Se hai una di queste auto il Fisco ti sta controllando il conto corrente

D’altra parte alcune vetture sono esentate dal bollo in questo 2022.

Leggi anche: Ecobonus auto 2022: la proroga che vale 450 milioni. Tempi e modi

Sono le auto adibite al trasporto di persone diversamente abili, le auto elettriche e le anche le auto d’epoca.