ISEE: come avere subito la giacenza media, ma se sbagli anno perdi tutto

L’ISEE è un parametro davvero importantissimo, ma bisogna stare attenti a capirlo bene e a non sbagliare.

Anche se molti criticano l’ISEE sostenendo che non sia effettivamente il modo migliore per stabilire la ricchezza di un nucleo familiare, questo non toglie che il famoso indicatore divenga ogni giorno più importante. È fondamentale per ottenere il reddito di cittadinanza. Ma è importante anche per i bonus, per l’assegno unico e per tutte le altre elargizioni di denaro che lo Stato fa nei confronti delle famiglie. L’ISEE serve per avere una serie di sconti e di agevolazioni e per quantificarle nel modo giusto. Sbagliare il calcolo dell’Isee è molto pericoloso. Se si attesta un ISEE più basso di quello reale si rischia di passare per truffatori con tutte le sanzioni e i pericoli del caso. Se invece si sbaglia per eccesso si rischia di perdere tante agevolazioni e bonus ai quali magari si ha diritto. Quando si compila l’ISEE uno dei parametri che può apparire più enigmatico è quello della giacenza media. La giacenza media è una cosa che mette in crisi tanti Italiani che non comprendono bene di che cosa si tratti e come ottenerla.

Importante non sbagliare

Vediamo di capire facilmente. La giacenza media è uno spaccato di quello che un conto corrente mediamente contiene durante l’anno. Ovviamente un conto corrente è qualcosa di attivo, quindi il danaro che si ha sul conto corrente non rimane sempre perfettamente uguale. In alcuni mesi aumenterà mentre in altri diminuirà. Con la giacenza media si offre uno spaccato veritiero della media di quel conto durante l’anno. Per ottenerla bisogna andare alla propria banca. Ma Poste Italiane e anche altre banche italiane già sull’home banking consentono di averlo direttamente on-line senza perdere tempo. Di norma l’ISEE fotografa la situazione del nucleo familiare relativa a due anni prima. Ad esempio per l’ISEE del 2022 si fotograferà la situazione relativa al 2020.

Leggi anche: Se hai una di queste auto il Fisco ti sta controllando il conto corrente

Ma se dovessero essere capitate delle modifiche sostanziali alla situazione reddituale di chi presenta l’ISEE, si dovrà presentare l’ISEE corrente.

Leggi anche: Reddito di Cittadinanza e Reddito di Emergenza 2022: le novità sui tempi

L’ISEE corrente è un ISEE diverso che va a disegnare una situazione molto più vicina temporalmente.