Libretti e BancoPosta: da oggi i versamenti devi farli al Postamat

Una novità sorprendente per i clienti di BancoPosta. BancoPosta ha tantissimi clienti in Italia e i suoi servizi sono sempre più diffusi.

Dalla carta Postepay all’infinita serie di servizi bancari e postali davvero questa scommessa di Poste Italiane si può considerare una scommessa vinta. Il cashback di poste italiane è un vero successo e nonostante i vari tentativi di truffa che spesso vengono indirizzati agli utenti con messaggi truffaldini, questi servizi e prodotti sono sempre più popolari. Vediamo cosa cambia adesso per gli utenti di BancoPosta e per i titolari dei famosi libretti postali. Si tratta di una novità piuttosto importante che coinvolge il popolare Postamat. Il Postamat è usatissimo da tutti gli italiani perché si tratta di un bancomat molto semplice ed efficace attraverso il quale fruire di tutta una serie di servizi legati a conto BancoPosta ma anche alla Postepay. I Postamat sono capillarmente diffusi su tutto il territorio nazionale e si evolvono consentendo sempre nuove possibilità.

Una novità sorprendente

Usarli è diventata un’abitudine ormai scontata per la maggior parte degli italiani. Ma questa novità è veramente sorprendente. Infatti Poste Italiane permetterà l’utilizzo del Postamat non soltanto per il prelievo di contante, ma anche per il suo versamento. Vediamo come funziona. L’utente si dovrà recare presso il Postamat Cash in e dopo essersi identificato nelle maniere usuali dovrà versare le varie banconote. I tagli accettati vanno da 5 a €100. Dopo aver effettuato questa operazione il cliente riceverà un riepilogo di tutte le banconote versate. Se riepilogo è corretto potrà dare l’ok ed ultimare il versamento. Dunque una procedura snella e non particolarmente impegnativa. Per ora si tratta di un progetto pilota ma del prezzo si diffonderà in tutta Italia.

Leggi anche: Postepay: tante carte e offerte. Arriva il presunto prestito senza busta paga

Insomma una funzionalità nuova che molti aspettavano.

Leggi anche: Buoni fruttiferi postali: i più convenienti di gennaio e le alternative più ricche

Un modo in più per accrescere gli utenti.