Riarredare casa ti da la voglia di ripartire e dallo Stato sorpresa da 10.000€

Riarredare casa significa in un certo senso ripensare i propri spazi, le proprie priorità e la propria vita.

Numerose ricerche infatti dimostrano come lo spazio che abitiamo e il modo in cui lo personalizziamo hanno un impatto enorme sulla nostra psiche e sul nostro modo di affrontare sfide problemi ed opportunità. Ecco perché uno dei bonus più amati e fruiti dagli italiani è il bonus mobili e grandi elettrodomestici. Da quest’anno tante cose cambiano per questo bonus sia in positivo che in negativo. Vediamo analiticamente come sfruttarlo al massimo e quali sono le novità. Partiamo subito dalle novità peggiorative riguardo questo bonus. Infatti se l’anno scorso il bonus mobili e grandi elettrodomestici valeva €16000 quest’anno scende a €10000. Dunque decisamente si tratta di una diminuzione netta per questo bonus che coinvolge sia il mobilio che i grandi elettrodomestici. Ma come vedremo ci sono anche le buone notizie. perché da quest’anno averlo è molto più semplice. Per avere il bonus è importante che tutte le spese fatte siano tracciabili e documentate.

Bonus mobili più facile e conveniente

Ma il presupposto di questo bonus è che questi mobili e grandi elettrodomestici servano a riarredare una zona della casa nella quale c’è stato un intervento edilizio. E qui c’è la buona notizia perché l’Agenzia delle Entrate recentemente sottolineato che come intervento edilizio a far da presupposto al bonus mobili può bastare anche se la semplicissima installazione di un condizionatore a pompa di calore. Dunque non c’è assolutamente bisogno di interventi edilizi pesanti e costosi per giustificare questo bonus, ma basta l’installazione di un semplice condizionatore. L’importante però che i mobili e grandi elettrodomestici al siano stati acquistati dopo l’acquisto del condizionatore o comunque in generale dell’intervento che fa da presupposto.

Leggi anche: Bonus Renzi, nuova beffa: alcuni festeggiano i €1200 ed altri restituiscono

Altro requisito fondamentale è che i grandi elettrodomestici siano ecologici vale a dire appartengono a delle specifiche classi energetiche quindi siano a basso impatto ambientale.

Leggi anche: Caro energia, belle novità che salvano: bonus, rate e divieto di distacco così

Dunque anche quest’anno ci sarà la corsa ad accaparrarsi questo bonus.