Bonus Renzi, nuova beffa: alcuni festeggiano i €1200 ed altri restituiscono

La riforma dell’Irpef ha stravolto tutto il meccanismo delle detrazioni e tanti Italiani adesso si fanno i conti in tasca per capire se ci hanno guadagnato o ci hanno perso.

Vediamo di fare chiarezza. La riforma dell’Irpef voluta dal governo Draghi ha abbassato gli scaglioni da 5 a 4. Dunque una razionalizzazione che è stata soprattutto un risparmio perché le nuove aliquote per i nuovi scaglioni sono tutte più basse. Di conseguenza la nuova IRPEF fa risparmiare tutti anche se non allo stesso modo. Ma vediamo perché il bonus Renzi sta facendo tanto discutere e perché alcuni lo percepiscono ed altri no. Innanzitutto bisogna sottolineare che una polemica è nata per il fatto che la riforma dell’Irpef sembra premiare proprio i redditi più alti. Infatti se per i redditi elevati c’è un guadagno di oltre €1.000, per un reddito ad esempio di €10.000 annui il guadagno è molto più risicato. C’è poi anche la questione dell’assegno unico: infatti l’assegno unico fa saltare le detrazioni per i figli e di conseguenza dimagrisce la busta paga, ma poi restituisce quello che si è perso tramite l’erogazione dell’INPS.

La questione del Bonus Renzi

Ma vediamo cosa succede al bonus Renzi. Il bonus Renzi toccherà sicuramente a chi è nel primo scaglione. Dunque proprio coloro i quali hanno i redditi più bassi lo percepiranno senza alcun dubbio. Dunque una buona notizia per chi guadagna di meno. Chi è nel secondo scaglione invece dovrà fare un po’ di conti perché il bonus Renzi per lui potrebbe esserci o non esserci o magari esserci in parte a seconda delle detrazioni di cui concretamente fruisce. Per terzo e quarto scaglione invece il bonus Renzi da quest’anno non esiste più e di conseguenza non toccherà questo bonus che dagli €80 iniziali vale ormai €100.

Leggi anche: Fondo perduto amaro: c’è chi si pente di averlo chiesto, ora arriva il Fisco

Ma solo a marzo le famiglie italiane potranno capire se hanno guadagnato o perso dalla riforma.

Leggi anche: Superbonus 2022 è una calamita per il Fisco. Controlli su conti e auto

Infatti a marzo arriva l’assegno unico e si potranno fare i conti caso per caso.