Lettere dal Fisco: arrivano a tutti, hai un’alternativa, ma non è piacevole

In questo periodo si parla tanto di comunicazioni fasulle da parte del fisco, trappole di imbrogli per far cascare i cittadini e rubare loro le credenziali dei conti, ma queste sono vere.

Ma le lettere che stanno arrivando in massa gli italiani in questo periodo provengono proprio dall’agenzia delle entrate e bisogna stare molto attenti quando le si riceve. Tantissimi italiani hanno già ricevuto stanno per ricevere una delle 200.000 lettere che il fisco sta inviando. Una vera e propria armata di comunicazioni che raggiungeranno tantissimi italiani. Vediamo che sta succedendo e cosa bisogna fare ed evitare. La tregua che fisco e cittadini avevano stabilito durante il periodo del covid è finita. Adesso il fisco è a caccia di soldi anche perché le casse dello Stato languono ed è tornato al meccanismo ormai prediletto, la cosiddetta compliance.

Due alternative e forse torna la rottamazione

La compliance è un meccanismo tramite il quale il fisco informa in modo bonario il cittadino che nella sua dichiarazione dei redditi può esserci qualcosa che non va. Il cittadino a questo punto ha due possibilità. La prima è quella di mettersi in regola sfruttando il ravvedimento operoso. Il ravvedimento operoso è un modo veloce per rimettersi in pari con il fisco pagando una cifra modesta e risolvendo la questione in tempi molto rapidi. Tuttavia c’è sempre la possibilità di opporsi a quello che il fisco chiede, ma in questo caso si andrà incontro ad una procedura più complicata. Ma quello che tantissimi italiani attendono in realtà è una proroga di rottamazione ter e di saldo e stralcio.

Leggi anche: Strisci la carta di credito e il Fisco guarda: ecco che succede in pochi secondi

Il dibattito sulla proroga di queste misure è diventato assai caldo ma potrebbero presto arrivare

Leggi anche: Bollo auto trappola: la fregatura delle scadenze e il Fisco ti rovina così

visto che davvero tanti Italiani non ce la stanno facendo a mettersi a posto con il fisco e tante aziende stanno purtroppo chiudendo.