Il Fisco cambia e devi adeguarti: le abitudini banali da smettere oggi

Il Fisco si sta evolvendo e come vedremo questa può essere una grave insidia sia per i cittadini disonesti, ma creare problemi anche a quelli onesti.

Dopo la pausa imposta dalla pandemia di Covid il governo ha chiesto al fisco di giocare una parte fondamentale nel risanamento delle disastrate casse pubbliche. Di conseguenza il fisco si è dotato di strumenti inediti e tecnologici che gli permettono di monitorare la vita dei cittadini ad un livello mai raggiunto prima. Dobbiamo tenere presente che qualsiasi cosa facciamo e qualsiasi acquisto facciamo lasciamo delle tracce digitali. Fino a poco tempo fa queste tracce digitali erano invisibili al fisco ma oggi sono diventate visibili. Questo è accaduto perché l’autorità garante per la privacy ha autorizzato il fisco ad incrociare tante banche dati diverse al fine di monitorare profondamente ciò che fanno i cittadini.

Si devono cambiare abitudini

Se questo è positivo perché rende la vita difficile a evasori e riciclatori di denaro sporco, può far scattare i campanelli d’allarme molto più facilmente anche a carico delle persone oneste. Il fisco infatti stima delle spese standard che una persona può per mettersi in base al reddito o al patrimonio che ha. Se le spese che un cittadino compie sono non in linea con quello che il fisco stima, ecco che potranno molto facilmente partire dei controlli. Un esempio assai calzante è quello di un uomo che abbia una particolare passione. Le passioni alle volte ci si portano anche a spendere tanti soldi per soddisfarle. Una persona onesta semplicemente per permettersi di soddisfare i costi di questa passione farà economia su altro. Ma il fisco può non ragionare così.

Leggi anche:Bonus Renzi 2022: chi festeggia i 1.200€ e chi pensava di averlo ed è deluso

Se il fisco ad esempio si accorge che spendere €500 al mese in modellismo è anomalo per chi abbia un reddito medio ecco che potrebbe pensare che si annidano dei redditi occulti.

Leggi anche: Bonus: ultimissimi giorni della sub-cessione, poi il baratro, guida completa

Potrà pensare che il cittadino non ha dichiarato entrate che gli permettono quella passione in più.