Bancomat da non credere: errori e soglie che ti costano una multa assurda

Multa inverosimile se incorri in queste nuove soglie.

Il bancomat è usato quotidianamente dagli italiani, ma adesso bisogna stare attenti perché cambiano tante cose. Il bancomat diventa decisamente meno amico degli italiani e i motivi sono molteplici.

Innanzitutto i bancomat in Italia sono sempre di meno e questo oltre a essere un fastidio ed una scomodità si traduce anche in un maggior costo per l’utente. Infatti l’utente non trovando il bancomat della propria banca, assai facilmente si rivolgerà a quello di un’altra per non perdere tempo e si verrà vedrà gravato dalle commissioni. Ci sono ormai tanti comuni italiani dove non c’è più neppure un bancomat. Ma la cosa la quale prestare maggiore attenzione sono le nuove soglie per l’utilizzo del contante. Infatti se si utilizzano dai €1000 in su in contanti si può incorrere in multe fino a €50.000.

Ecco il rischio maggiore

L’anno scorso il limite sul contante era pari a €2.000 ma da quest’anno è stato dimezzato. Questo è un problema insidioso per il Bancomat. Infatti il bancomat ci consente di versare prelevare fino a €1500. Ma la soglia tra i 1000 e i €1500 è diventata piuttosto ambigua. Infatti in questa soglia prelevare e versare è lecito ma la banca potrebbe porci delle domande in merito ad una tale quantità di contante e se non è soddisfatta delle nostre giustificazioni potrebbe anche segnalare al fisco. Dunque bisogna tener presente che versare o prelevare più di €1000 è una di quelle operazioni che possono insospettire il fisco.

Cifre che appaiono sospette

In realtà chi fa queste operazioni può essere una persona perfettamente in buona fede che sta prelevando o versando contanti che servono a molteplici operazioni, ma per il fisco questo è poco rilevante. Per il fisco non ha importanza che preleviamo 1200 euro perchè dobbiamo fare pagamenti da 300 euro e vogliamo avere qualcosa in tasca. Il fatto di aver superato la soglia fa scattare gli allarmi o può comunque essere sintomo di qualcosa da approfondire. Stesso discorso vale per i versamenti. Un artigiano che versa più pagamenti in contanti tutti insieme, di fatto può rischiare di apparire sospetto. Anche se magari vuole solo evitarsi si andare in più giorni al bancomat.

Leggi anche: Fisco: marzo, controllo conti e i contribuenti finiscono in 2 (inquietanti) liste

Leggi anche: Conto corrente, attenzione: spese e inflazione lo distruggono se aspetti

Insomma il bancomat diventa più insidioso, ma anche i costi del conto salgono e l’inflazione minaccia i risparmi. Decisamente meglio prestare attenzione a questi comportamenti che a noi paiono assolutamente normali, ma che potrebbero essere fraintesi.