Bonus 100€ 2022: rabbia degli esclusi, ma per tanti è garantito, nuovi conti

Bonus Renzi, ecco cosa cambia. Tante novità hanno travolto il fisco e gli italiani in questo 2022 e l’artefice è sempre la manovra di bilancio voluta dal Governo Draghi.

Ma adesso arrivano tante novità ed è meglio fare chiarezza. In questo momento di grande fragilità economica per il Paese, €100 al mese in più possono fare la differenza per le famiglie stravolte dall’inflazione.

Le associazioni a tutela dei consumatori stanno tracciando un quadro pesantissimo dell’inflazione e del suo peso sulle famiglie italiane. Il caro bolletta, il caro carburanti e adesso la prevista terribile impennata sulla spesa di cui potete leggere qui tutti i dettagli rischiano di mettere in ginocchio tante famiglie. Ecco allora che molti si chiedono se la riforma dell’irpef potrà davvero essere un aiuto concreto. E soprattutto per chi resta il bonus €100 e chi invece lo perde. Con la riforma dell’irpef gli scaglioni sono passati da 5 a 4 e il governo ha assicurato che questa rimodulazione delle aliquote fiscali avrebbe consentito dei risparmi a tutti.

Ecco cosa cambia

Mediamente ogni italiano della riforma dell’irpef dovrebbe risparmiare circa €250 di tasse. Ovviamente si tratta di una cifra media perché dalla riforma dell’irpef in realtà le fasce più povere vengono completamente tenute fuori mentre sono i più ricchi ad avere il vantaggio maggiore. Ovviamente però la riforma dell’irpef travolge anche il cosiddetto bonus €100 o bonus IRPEF o bonus Renzi. Infatti questo bonus nasce proprio con il governo Renzi che aveva messo €80 in più nella busta paga degli italiani ogni mese.

Chi lo conserva e chi lo perde

Questo bonus è poi cresciuto nel tempo fino ad arrivare a €100 ed è rimasto sempre invariato. Ma la riforma dell’irpef ovviamente lo modifica. Questo bonus viene conservato per gli appartenenti al primo scaglione, vale a dire all’aliquota dei redditi più bassi. Quindi chi rientra nella aliquota più bassa conserverà i €100 del bonus Renzi. Per quanto riguarda il secondo scaglione il bonus Renzi rimane o meno a seconda delle detrazioni. Si tratta dunque di un qualcosa che varia caso per caso. Di conseguenza all’interno del secondo scaglione c’è chi potrebbe averlo, chi averlo in parte e chi non averlo per niente a seconda delle detrazioni che già pone in campo.

Leggi anche: Bollette lacrime e sangue: tutto finito col nuovo Bonus con ISEE alto

Per quanto riguarda terzo e quarto scaglione il bonus Renzi invece non ci sarà. Ma per capire meglio l’impatto della riforma dell’irpef bisognerà attendere marzo con l’arrivo dell’ assegno unico. Infatti è proprio con l’arrivo dell’ assegno unico che le famiglie capiranno se e quanto guadagnano dal nuovo assetto fiscale.