Bonus prima casa: boccata d’ossigeno, termini comodi dal Milleproroghe

Arriva una proroga importante per il bonus relativo alla prima casa. Vediamo fino a quando e come funziona.

Tutto nasce dall’emendamento che la Commissione Bilancio della Camera, nell’ambito della conversione dell’ultimo Milleproroghe ha approvato per il bonus sull’acquisto della prima casa previsto dal II-bis, dell’articolo 1, allegato al al d.P.R. 26 aprile 1986, n. 131.

Vediamo che succede. Il Bonus per l’acquisto della prima casa. Con la proroga tutti i vari termini diventano più comodi e di questi tempi non è cosa da poco. Quando il Milleproroghe sarà approvato ecco cosa accadrà per quel che riguarda questo bonus. Tutti i vari termini sospesi beneficeranno di una proroga della sospensione. Dunque il termine massimo per trasferire la propria residenza del comune ove si trova la nuova casa che parte dall’acquisto di questa viene congelato.

Termini congelati

Parimenti è sospeso il termine di 12 mesi per vendere il vecchio immobile. Ma fino a quando sono stati prorogati i termini? Sino al 31 marzo 2022. Di conseguenza tutti i vari termini relativi al beneficio sulla prima casa riprenderanno a scorrere dal primo aprile. attenzione perchè non sono previste ulteriori proroghe, dunque se non si rispetteranno le nuove scadenze che ripartono dallo “scongelamento” dei termini del 1 aprile si dovranno restituire tutte le agevolazioni con le relative more. Importante ricalcolare i nuovi termini correttamente tenendo presente che saranno fermi sino al 31 marzo.

Cosa si rischia

Se non si rispettano le scadenze che emergono dalla proroga si dovrà restituire la differenza sull’imposta di registro agevolata dal bonus. Ma non basta, infatti si dovrà anche pagare una sanzione fissata nel 30% ed in più le more. Per quanto riguarda gli immobili comprati dall’impresa edile ed in generale per tutti quelli soggetti ad IVA, anche qui si dovrà restituire la differenza. Ed anche qui ci saranno la sanzione del 30% e le more. Diventa importante dunque ricalcolare i tempi quando l’iter della conversione del Milleproroghe sarà completo. Ma i beninformati dicono che la conversione dovrebbe avvenire senza problemi e che dunque anche l’emendamento che contiene la proroga del bonus prima casa dovrebbe essere confermato senza intoppi.

Leggi anche: Fisco: le terribili 100.000 lettere che spaventano, di cosa ti pentirai

Leggi anche: Superbonus 110% prorogato: novità Entrate, vantaggi e nesso con sisma

Ciascuno in base alla propria situazione dovrà ricalcolare i termini tenendo presente che le lancette ricominciano a scorrere dal primo aprile 2022. Peraltro sono tante le novità del Milleproroghe che ne rendono l’approvazione ancora più importante, come ad esempio l’arrivo del bonus psicologo.