Bancomat: “costi a carico tuo”, da alcuni evita di prelevare e nuove soglie

Il Bancomat è al centro di importanti novità e per gli utenti è meglio stare attenti perché le nuove normative rischiano di metterli in pericolo o di causare stangate con multe assolutamente ingiustificate.

Sono davvero tanti gli italiani che usano il Bancomat in modo molto frequente, ma tutta una serie di novità stanno sconvolgendo questo strumento così popolare.

Innanzitutto il Governo con la sua lotta al contante ha abbassato la soglia per l’utilizzo del contante da 2000 a €1000. Questa nuova soglia vale dall’inizio dell’anno e benchè tra poco sarà riportata di nuovo €1000, comunque sia nel 2023 tornerà nuovamente a 1000. Un balletto di cifre che però si rivelerà problematico sul bancomat. Infatti quando la soglia massima di utilizzo del contante è pari a €1000, se preleviamo dal bancomat più di questa cifra il fisco potrà sospettare che vogliamo aggirare i limiti sul contante e le sanzioni a nostro carico potrebbero essere assai salate.

Una stangata che può arrivare a 50.000 euro

Infatti per chi supera i limiti sul contante, la multa arriva addirittura a €50.000. Ovviamente prelevare €1200 in contanti non significa utilizzarli tutti per un solo pagamento, ma il fisco potrebbe sospettarlo. Ma la notizia forse più sgradita per chi utilizza il Bancomat è che le commissioni stanno per triplicare. Infatti fino ad oggi l’utente bancomat pagava €0,49 al prelievo quando utilizzava lo sportello di un’altra banca. Anzi questi €0,49 non venivano pagati nemmeno necessariamente, dipendeva dagli accordi tra le banche.

Commissione triple ed a sorpresa

Ora con la nuova normativa chiesta da Bancomat Spa all’autorità garante per la concorrenza le commissioni arriveranno ad €1,50 e soprattutto chi fa il prelievo da un bancomat che non appartenga alla propria banca non potrà sapere prima quanto andrà a spendere. Una situazione un po’ paradossale perché in realtà soltanto dopo aver prelevato ci si potrà rendere conto di quali sono le commissioni applicate da quel bancomat. Il fatto è che lo sportello bancomat è un costo per le banche e lo vogliono scaricare su chi preleva materialmente.

Leggi anche: Fisco: non può chiederti nulla dopo questo termine, novità Cassazione

Leggi anche: Bollo auto: il timer, mancano 6 giorni alla scadenza, ritiro targhe

Dunque d’ora in poi è decisamente meglio evitare il prelievo dai bancomat che non siano della nostra banca, ma il problema è che fare questo diventa sempre più difficile perché i famosi sportelli automatici si riducono di giorno in giorno. Infatti i Bancomat sono un vero e proprio costo per le banche e più vengono ridotti e maggiori sono le difficoltà per gli utenti di riuscire a trovare proprio quello del proprio istituto.