Bollo auto: il timer, mancano 6 giorni alla scadenza, ritiro targhe

Il bollo auto è una tassa alla quale bisogna stare attenti perché dopo la tregua del covid tante cose sono cambiate.

Vediamo la scadenza e le novità per questa odiata tassa. Sì perché il bollo dell’auto è una delle tasse più odiate dagli italiani e tra l’altro quest’anno si parla anche di aumenti.

Ma purtroppo le voci su possibili dilazioni e comodità di pagamento similari a quelle dell’epoca covid sono prive di fondamento. Infatti da quest’anno il bollo dell’auto si paga in relazione alla data di immatricolazione del veicolo. Di conseguenza per ogni veicolo ci sarà una data diversa. Infatti il bollo dell’auto scade l’ultimo giorno del mese successivo a quello dell’immatricolazione della vettura. Di conseguenza per tutti coloro i quali abbiano immatricolato l’auto a gennaio di qualsiasi anno, i termini per pagare il bollo sono ormai strettissimi.

Massima sanzione: come evitare

Ma pagare il bollo dell’auto è un dovere e vediamo che cosa succede se si dovesse dimenticare di pagare questo balzello. Se la dimenticanza dura semplicemente per qualche settimana o al limite anche per qualche mese, gli interessi da pagare sono tutto sommato limitati, anche se ovviamente crescono sempre di più. Ma quando si arriva a collezionare ben 3 anni di mancati pagamenti del bollo, ecco che scatta la sanzione massima. Chi incorre in questa sanzione vedrà il suo veicolo privato delle targhe della carta di circolazione e di conseguenza non potrà più circolare se non verrà immatricolato nuovamente.

Risparmio ed esenzione

Eppure risparmiare sul bollo si può e ci sono addirittura delle auto che sono completamente esentate dal bollo per legge. Prima di vedere come risparmiare su questa tassa (ma non tutti possono farlo) vediamo quali sono questi tre tipi di auto che legalmente non pagano la tassa. Le auto esentate dal bollo appartengono sostanzialmente a tre categorie. Sono esentate dal bollo le auto d’epoca, ma anche le moderne auto elettriche.

Leggi anche: Bonus mobili 2022 e sconti, chi arreda casa risparmiando l’80%

Leggi anche: Bonus cultura: impari e ti diverti, attenzione, ultimi giorni per goderselo

Per ragioni facilmente comprensibili ed altamente meritorie sono anche esentate dal bollo dell’auto le auto adibite al trasporto di persone diversamente abili. Tuttavia anche chi non rientri in queste categorie può ricevere un corposo sconto se provvede al pagamento del bollo dell’auto tramite domiciliazione sul conto corrente. Ma questo vale soltanto in talune regioni italiane. Importante dunque verificare la la propria adotta qualche politica di questo genere.