Bancomat: attenzione, per alcuni commissioni triple e rischio PIN

Tante novità in arrivo per il Bancomat e cerchiamo di capire analiticamente cosa cambierà per gli italiani.

Il Bancomat è uno strumento sempre molto usato dagli italiani, ma la società che lo gestisce sta preparando dei cambiamenti che sicuramente non saranno graditi ai cittadini. Difatti ci sono varie novità all’orizzonte che le associazioni a tutela dei consumatori stanno giudicando in modo negativo.

Vediamo che cosa succede. Innanzitutto il Bancomat è un vero e proprio sorvegliato speciale da parte del fisco. Infatti l’Agenzia delle Entrate ha ricevuto dalle autorità garante sulla privacy la possibilità di fare controlli molto approfonditi sia sui movimenti del conto corrente che su quelli della carta di credito. La conseguenza è che il fisco potrà monitorare con grande attenzione i nostri prelievi e versamenti al bancomat e qualsiasi tipo di movimento che appaia strano o comunque non in linea con il nostro reddito sarà immediatamente attenzionato. Ma c’è anche un’altra novità in arrivo. Bancomat Spa, che è la società che gestisce tutti i bancomat italiani ha chiesto all’autorità garante per la concorrenza la possibilità di aumentare notevolmente le commissioni al prelievo del bancomat. Vediamo che succede.

Il nuovo regolamento

Fino ad oggi chiunque prelevasse da un bancomat diverso da quello della propria banca aveva delle commissioni applicate pari a €0,49. Ma con il nuovo regolamento chiesto da Bancomat Spa cambia tutto. Infatti sarà la banca che gestisce materialmente lo sportello bancomat a decidere l’importo della commissione. Dunque quando andremo a fare il prelievo non potremmo sapere prima quanto andremo a spendere. Ma il problema maggiore è che con il nuovo regolamento la commissione potrà oscillare in una soglia compresa tra lo 0 e gli 1,50 euro.

Commissioni e frodi

Dunque quando andremo a prelevare da un bancomat diverso da quello della nostra banca potremmo tranquillamente trovarci una commissione applicata di €1,50 senza neppure averlo saputo prima. Dunque diventa particolarmente importante cercare di evitare i bancomat che non siano del nostro istituto perché d’ora in poi le commissioni potrebbero essere decisamente più sgradevoli.

Leggi anche: Gas alle stelle: 4 trucchi per tagliare i costi prima della prossima bolletta

Leggi anche: Fisco: giacenza media e prelievi, l’Ag. Entrate spiega i nuovi controlli

Ma diventa anche sempre più importante stare attenti alle truffe. Infatti i criminali possono nascondere delle minuscole microcamere sul bancomat per carpire il codice PIN che digitiamo. Dunque se allo sportello Bancomat dove stiamo operando ci sembra di notare qualcosa di anomalo è meglio lasciar perdere cercarne un altro.