Le età per andare in pensione stabilite fino al 2026: eccole

La questione pensioni rimane sempre caldissima in Italia perché i giovani precari rischiano concretamente di non prenderla mai e anche per chi è prossimo alla pensione, le tante riforme di cui si parla sono un autentico problema.

Lo Stato che eroga soldi in tante maniere però non riesce a trovare i soldi per un sistema pensionistico sempre più traballante anche perché i giovani che lavorano sono pochi a causa di una disoccupazione dilagante e con le paghe da fame che percepiscono difficilmente riescono a rimpinguare le casse dell’INPS.

Come sappiamo quota 100 è finita e per i prossimi anni si apre uno scenario molto complesso che mette in ansia chi desidera finalmente andare in pensione. Ma vediamo le novità dal governo. L’esecutivo si trova davanti ad una scelta difficilissima. Il ritorno alla Fornero è fortemente richiesto dalle autorità internazionali ed i sindacati si sono dimostrati sostanzialmente passivi nelle trattative col Governo. Ma i futuri pensionati non ci stanno: il ritorno alla Fornero è percepito come una macelleria sociale.

Le nuove età stabilite per i prossimi anni

Dunque l’esecutivo interviene per mettere a fuoco la questione delle età a cui sarà possibile uscire dal lavoro per i prossimi anni. L’età che la legge fissa per il raggiungimento della pensione di vecchiaia è commisurata all’aspettativa di vita. Durante la pandemia di covid c’è stato un abbassamento della aspettativa di vita in Italia e dunque questo inizialmente aveva fatto pensare ad una soglia ritoccata in senso peggiorativo rispetto agli anni scorsi. Ma i nuovi aggiornamenti appena pubblicati sottolineano come la soglia di età per avere la pensione di vecchiaia rimane fissata a 67 anni.

Pensione e pensione anticipata: vediamo le nuove età

Questa soglia scatterà a 67 anni e 5 mesi dal 2029. Dunque attualmente per la pensione anticipata c’è la necessità di 42 anni di contributi come sottolineato dal Sole 24 Ore vediamo che cosa cambia. Nel biennio 2023-2024 secondo quanto stabilito dalla circolare INPS 28 del 2022 gli ingressi nello stato di pensione non avranno incrementi dal punto di vista anagrafico e tanto meno dal punto di vista contributivo.

Leggi anche: Aprile, cosa accadrà con il pagamento delle Pensioni

Leggi anche: Legge 104 e invalidità civile: non dovrai più andare alle visite di revisione

Dunque fino all’anno 2024 la soglia dei 67 anni di età sia per gli uomini che per le donne rimane sempre uguale. Ma come abbiamo visto per quanto concerne le pensioni anticipate con la nuova disposizione la soglia di età rimane bloccata addirittura fino al 2026.