Reddito di Cittadinanza marzo: doppia ricarica, date e occhio agli scontrini

Sono Poste Italiane ed INPS a fissare il calendario di marzo per quello che riguarda il Reddito di Cittadinanza ma vediamo a chi verrà chiesto il conto dei propri scontrini del supermercato.

Il Reddito di Cittadinanza è sicuramente una misura fondamentale per il contrasto della povertà. E mai come in questo caso per tanti Italiani risulta assolutamente imprescindibile tra rincari estremi e crisi economica. Ma a marzo ci sono novità negative e positive per quanto riguarda il reddito grillino.

Innanzitutto vediamo che succede al calendario. La ricarica avverrà entro il 15 di marzo per tutti coloro i quali ricevono i soldi del reddito per la prima volta. Anche coloro i quali hanno rinnovato il reddito a gennaio saranno pagati sempre entro il 15. Per tutti gli altri le date saranno diverse, perché attorno al 27 del mese di marzo ci sarà la ricarica.

Ricarica doppia

Ma a marzo la ricarica per la maggior parte dei nuclei familiari che beneficiano del reddito di cittadinanza sarà doppia perché arriva anche l’assegno unico universale 2022. L’assegno unico è la grande novità del Governo Draghi per quest’anno e le famiglie che beneficiano di reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza se lo ritroveranno direttamente caricato nella card gialla. Una bella comodità in più perchè entrambe le rogazioni saranno direttamente disponibili sulla card senza nessuna particolare complicazione. Ma attenzione agli scontrini.

Scontrini sotto controllo

Difatti tanti percettori del reddito lo stanno perdendo per ragioni assolutamente banali che vanno evitate ad ogni costo specie in un periodo così critico per l’economia italiana. Difatti è assolutamente fondamentale quando si percepisce reddito e pensione di cittadinanza evitare l’acquisto di alcuni beni. Se andare al cinema o a teatro è assolutamente consentito per chi percepisce il reddito e non è considerato un lusso ci sono acquisti che vanno assolutamente evitati.

Leggi anche: Abrogazione del Reddito di Cittadinanza, cosa succede e quali alternative ti rimangono

Leggi anche: RdC, bocciatura definitiva REM e Reddito di Base: pioggia di novità

Infatti non si deve fare confusione: tante cose che molti considerano lussi, come una cena fuori o andare al museo, in realtà sono spese lecite. Ben altre invece sono le spese proibite. Acquisto e noleggio di armi, capi in pelliccia ed anche il gioco d’azzardo sono tra le scelte di acquisto che fanno perdere automaticamente il beneficio del reddito di cittadinanza. Dunque un’attenzione in più va sicuramente prestata questi acquisti decisamente pericolosi.