Detrazioni modello 730: nuove vie dalle Entrate per risparmiare sulle tasse

Le detrazioni sul modello 730 sono particolarmente ricche quest’anno anche perché dal Governo si vuol dare un po’ di ossigeno alle famiglie stremate dalla crisi.

Davvero tante le detrazioni di cui potranno beneficiare gli italiani nell’ambito del 730; è allora il caso di vederle analiticamente. Prima di tutto bisogna fare un’importante precisazione. L’assegno unico universale che debutta proprio in questo mese di marzo non cancella le detrazioni per i figli a carico. Questo equivoco continua a circolare, ma tante spese fatte per i figli a carico continuano ad essere detraibili.

Sono sicuramente detraibili le spese per la scuola e per l’università che rappresenta una voce di spesa importante per le famiglie italiane. Sono ovviamente anche detraibili tutte le spese sanitarie fatte per i figli così come per qualsiasi altro parente a carico. Dunque sono detraibili medicine, visite specialistiche esami diagnostici e quant’altro attenga alla sfera della salute di tutti i familiari a carico.

Bonus casa

Grande importanza ovviamente rivestono tutte le detrazioni legate al bonus casa. Il comparto dei bonus casa è molto ricco e vasto e di conseguenza chiaramente le spese che possono essere portate in detrazione a questo riguardo sono veramente tante. Infatti quest’anno tutti i bonus casa sono stati sostanzialmente confermati. Se è vero che il bonus facciate è sceso dal 90% al 60% e vero anche che è arrivata la novità del bonus sulle barriere architettoniche.

Le novità

Il bonus sulle barriere architettoniche è stato salutato come il bonus più etico tra quelli sulla casa e permette l’installazione di ascensori, rampe, montascale e in generale tutti quegli interventi che consentono l’eliminazione delle barriere stesse. Vale il 75% e sta riscuotendo un buon successo. Confermato quest’anno il bonus asilo nido che si applica ai bimbi fino ai 3 anni e vale tanto per il nido pubblico che per quello privato. Questo bonus ovviamente sempre detraibile nella dichiarazione dei redditi, vale in proporzione alle rette effettivamente pagate al nido.

Leggi anche: Bonus bollette marzo: la nuova salvezza prima dei rincari dall’Ucraina

Leggi anche: ISEE, allarme: il nuovo catasto lo aumenta e perdi RdC e tutti i bonus

La grande novità di quest’anno è il bonus musica che copre tutte le spese per l’educazione musicale dei ragazzi dai 5 ai 18 anni. La detrazione massima può essere pari a €1000 ed il bonus non si applica soltanto al conservatorio ma anche alle scuole di musiche ai cori e alle bande. Torna anche il bonus animali che permette una detrazione di €550 per le spese sanitarie per gli amici a quattro zampe.