Multa a 4 zeri se superi le soglie del contante in tasca o a casa, le fasce

Il fisco è sempre più duro nei confronti dei cittadini e le sanzioni per chi sbaglia sono sempre più pesanti.

Come sappiamo il Governo sta cercando di arginare al massimo l’utilizzo del denaro contante. Infatti è proprio grazie al contante che si può realizzare l’evasione fiscale ma anche il riciclaggio di denaro sporco.

Di conseguenza il governo non vuole che cittadini utilizzino il contante o perlomeno vuole limitarlo al massimo. Come sappiamo ci sono limiti e soglie al contante ed è necessario comprendere bene come funzionano. Innanzitutto per quanto riguarda i pagamenti, l’attuale soglia del denaro contante è fissata a €2000.

Pagamenti

Dunque tutti i pagamenti fino a €2000 possono essere fatti in contanti, ma se si supera questa soglia ecco che può scattare una multa che può arrivare anche a €50000.

Attenzione però, perché la multa cambierà dal prossimo anno, o meglio cambierà la soglia. Infatti la soglia del denaro contante dal 2023 si dimezza ai €1000. Questo è certamente un dato da tenere in considerazione. Ma un’altra cosa la quale prestare massima attenzione è proprio quella del denaro tenuto in casa oppure in tasca. Purtroppo non è molto noto ma esistono dei limiti anche relativamente al denaro che si può avere in tasca oppure che si può avere in casa. Ed è importante conoscerli perché possono far scattare multe ma soprattutto accertamenti molto pesanti.

Troppo denaro in tasca

Chi dovesse essere trovato con troppo denaro in tasca oppure in casa sarà costretto a spiegare in modo chiaro ed analitico come mai ha tutto quel denaro con sé. Se la spiegazione fornita le forze dell’ordine non dovesse essere considerata convincente, ecco che possono partire gli accertamenti. Ma chiaramente è importante capire quali sono queste due soglie relativamente al danaro da poter portare addosso e del denaro da poter tenere in casa. La normativa attuale stabilisce che la soglia massima è proporzionale al tenore di vita dell’individuo.

Le soglie sono variabili

In sostanza un individuo benestante non sarà considerato sospetto se porta in tasca una cifra anche di un certo rilievo. Tuttavia se questa stessa cifra dovesse essere tenuta in tasca magari da un pensionato che vive con la pensione minima ecco che questo potrebbe apparire strano e sospetto. Lo stesso identico discorso vale per il denaro in casa. Dunque in definitiva la cifra massima non viene fissata in modo chiaro dalla legge ma dipende dal tenore di vita del soggetto.