Guerra e prelievo forzoso. E non puoi togliere i soldi dal conto per evitarlo

La guerra in Ucraina sta costando carissima al nostro paese.

L’Italia è in direttamente coinvolta in questa terribile guerra che sta costando tante vite umane.

EPA/FILIPPO ATTILI / ITALIAN GOVT. PRESS OFFICE/ANSA

Per il nostro paese il conto è assai salato da tanti punti di vista e si parla di prelievo forzoso. Il nostro paese infatti sta pagando un’inflazione veramente altissima che impatta in modo tremendo sulle famiglie sulle imprese.

Prelievo forzoso chi lo vuole e chi no

Ma sono anche i conti dello Stato ad essere in grave difficoltà. Si profila il rischio della recessione economica e molti economisti formulano previsioni decisamente fosche sul futuro della nostra economia.

Il problema principale sono le condizioni di estrema difficoltà di milioni di poveri in Italia. Ma anche per chi non rientra al di sotto della soglia di povertà la situazione diventa sempre più pesante. I sindacati e i 5 stelle hanno chiesto con forza che ci siano interventi straordinari a sostegno dei ceti più in difficoltà. Sostanzialmente si sta discutendo di un contributo di solidarietà. Questo contributo di solidarietà dovrebbe essere versato dagli italiani per riuscire a porre in essere quelle misure eccezionali e straordinarie a sostegno di chi sia più in difficoltà. Questo contributo di solidarietà può prendere la forma di un prelievo forzoso.

Cosa cambia sui conti

Già una volta in Italia si è ricorso a questo strumento del prelievo forzoso. In sostanza si tratta di un prelievo d’autorità che il governo fa sui conti correnti degli italiani. Ma oggi c’è il rischio che per una seconda volta a scatti il prelievo forzoso? La questione è molto dibattuta perché quando il sindacato e i 5 Stelle hanno chiesto il contributo di solidarietà, il governo ha risposto di no. Eppure molti economisti sottolineano come la situazione per le fasce più deboli della popolazione divenga sempre più atroce di insostenibile.

Perché può diventare necessario

Milioni di Italiani rischiano di finire sotto la soglia di povertà e pertanto questo tema del prelievo forzoso non si può dire che si è esaurito. In caso di prelievo forzoso il cittadino non può fare assolutamente niente per mettere al riparo i propri soldi dal prelievo. Se il governo decide il prelievo forzoso i soldi saranno prelevati dal conto in modo immediato ed automatico e non li si potrà occultare in alcun modo. Attualmente non ci sono assolutamente conferme su questo punto ma il fatto è che il Paese rischia di finire concretamente in stagflazione e di conseguenza nessuno può escludere che il Governo ad un certo punto sia costretto ad una misura di questo tipo.